Hemihedrite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hemihedrite
Classificazione StrunzVIII/B.28-20
Formula chimicaPb10Zn(CrO4)6(SiO4)2F2
Proprietà cristallografiche
Sistema cristallinotriclino
Gruppo puntuale1
Gruppo spazialeP1
Proprietà fisiche
Durezza (Mohs)3
Coloredall'arancio brillante al marrone hennè, fino a quasi nero
Diffusioneraro
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

L'hemihedrite è un minerale raro, un cromo-silicato di piombo e zinco, avente formula Pb10Zn(CrO4)6(SiO4)2(F,OH)2. Esso forma una serie con l'analogo minerale del rame iranite[1].

Abito cristallino[modifica | modifica wikitesto]

L'hemihedrite è stata così chiamata per la morfologia emiedrica dei suoi cristalli[2].

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

L'hemihedrite è stata descritta per la prima volta nel 1967 in riferimento ai rinvenimenti nella miniera di piombo e argento di Florence, nel Ripsey District, Tortilla Mountains, Contea di Pinal, Arizona[1].

Campioni di hemihedrite sono stati rinvenuti in parecchi distretti minerari dell'Arizona e uno nel Nevada. Alcuni campioni provengono anche dalla regione di Antofagasta del Cile e dal Distretto Anarak della Provincia di Esfahan, in Iran[1].

Forma in cui si presenta in natura[modifica | modifica wikitesto]

Questo minerale si rinviene in vene ossidate che contengono galena, sphalerite e pirite. Fra i minerali secondari associati vi sono cerussite, phoenicochroite, vauquelinite, willemite, wulfenite, galena, sphalerite, pirite, tennantite e calcopirite[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Webmin, su webmineral.com.
Mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia