Hannover (stato)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stato di Hannover
Stato di Hannover - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome ufficiale Land Hannover
Lingue parlate tedesco
Capitale Hannover
Politica
Forma di governo repubblica
Nascita 23 agosto 1946
Causa Occupazione inglese
Fine 23 novembre 1946
Causa Annessione alla Bassa Sassonia
Territorio e popolazione
Economia
Valuta Marco tedesco
Religione e società
Religioni preminenti luteranesimo
Religioni minoritarie calvinismo, cattolicesimo, ebraismo
Evoluzione storica
Preceduto da Flagge Preußen - Provinz Hannover.svg Provincia di Hannover
Succeduto da Flag of Lower Saxony.svg Bassa Sassonia

Lo Stato di Hannover (in tedesco Land Hannover) fu un effimero Land tedesco, esistito per alcuni mesi nella zona di occupazione britannica nel 1946. Esso tentò di riprendere l'antica tradizione del Regno di Hannover annesso alla Prussia nel 1866 riprendendone chiaramente l'emblema di stato.[senza fonte]

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Lo Stato di Hannover copriva formalmente il territorio che già era stato del Regno di Hannover senza alcune parti che erano occupate nel 1946 dai sovietici. Esso comprendeva gran parte comunque dell'attuale Bassa Sassonia.[senza fonte]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lo Stato di Hannover fu creato il 23 agosto 1946 per decreto dell'occupante britannico sul territorio fino ad allora costituente la provincia prussiana di Hannover.[1]

Il primo Ministerpräsident fu Hinrich Wilhelm Kopf.[senza fonte]

Il 1. novembre dello stesso anno lo Stato di Hannover venne fuso con gli stati di Braunschweig, Oldenburgo e Schaumburg-Lippe formando il nuovo Land della Bassa Sassonia.[2]

Hinrich Wilhelm Kopf propose anche altre soluzioni territoriali che includevano anche Brema e lo Stato di Ostwestfalen-Lippe, che però poi vennero escluse.[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]