Grande Assia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Grande Assia
Grande Assia – Bandiera
Map-GreaterHesse.svg
La Grande Assian (in arancione scuro) all'interno della zona di occupazione statunitense (in arancione chiaro)
Dati amministrativi
Nome ufficialeGroß-Hessen
Lingue parlateTedesco
InnoHessenlied
CapitaleWiesbaden
Politica
Forma di governooccupazione militare
Nascita19 settembre 1945
CausaCrollo del Terzo Reich
Fine1º dicembre 1946
CausaDivisione della Grande Assia e formazione dell'Assia
Territorio e popolazione
Economia
ValutaMarco tedesco
Religione e società
Religioni preminentiprotestantesimo
Religione di Statocalvinismo
Religioni minoritarieluteranesimo, cattolicesimo, ebraismo
Evoluzione storica
Preceduto daFlagge Großherzogtum Hessen ohne Wappen.svg Stato popolare d'Assia
Flag of Hesse.svg Provincia d'Assia
Flagge Preußen - Provinz Nassau.svg Provincia di Nassau
Succeduto daFlag of Hesse (state).svg Assia

La Grande Assia (in tedesco: Groß-Hessen, in inglese: Greater Hesse) fu uno Stato della Germania dal 1945 al 1946 formatosi dopo il crollo del Terzo Reich e durante l'occupazione alleata del Paese. La capitale era a Wiesbaden.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

La Grande Assia si formò con le parti di due stati tedeschi dissolti dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale:

La rimanente provincia dell'Assia, l'Assia Renana (Rheinhessen, capitale: Magonza) e la parte occidentale della provincia di Nassau (contenente il Westerwald, parte del Taunus e la zona del fiume Lahn) divennero parte della zona di occupazione francese e fanno parte oggi del moderno Stato di Renania-Palatinato. La separazione dell'Assia Renana dalla Grande Assia causò a Magonza la perdita dei suoi sei distretti.

Un gran numero di cambi territoriali avvennero anche nel piccolo: l'enclave di Bad Wimpfen, che precedentemente era appartenuta alla provincia assiana di Starkenburg, divenne parte dello Statovillaggio di Württemberg-Baden, amministrato dagli americani. Una piccola parte della provincia prussiana dell'Assia, contenente tra gli altri la cittadina di Smalcalda, passò alla zona di amministrazione sovietica come parte dello Stato di Turingia.

La nuova capitale dell'Assia[modifica | modifica wikitesto]

Quando gli americani definirono la fondazione dello Stato della Grande Assia, non diedero specifiche informazioni circa la capitale. Quattro città vennero considerate per la nuova capitale:

  • Francoforte, già Città Imperiale (annessa dalla Prussia nel 1866), era la più grande città della regione. Essa era anche la principale candidata per essere la sostituta di Berlino per quanto riguarda la Germania occidentale in quanto già un tempo sede delle incoronazioni degli imperatori. Ad ogni modo il consiglio cittadino rifiutò l'offerta in quanto la sua storia non poteva identificarsi con lo Stato assiano. Altra ragione per cui Francoforte non era adatta a tale ruolo era il fatto che essa fu la città più bombardata dagli alleati durante la guerra.
  • Darmstadt, già capitale dell'Assia, non venne accettata a causa dei danni subiti durante la guerra.
  • Kassel, capitale della provincia prussiana dell'Assia venne scartata come capitale non solo per i danni di guerra ma anche per la sua posizione periferica a nord della regione.
  • Wiesbaden, la capitale della provincia prussiana di Nassau, ebbe minori danni di guerra rispetto alle altre città. Su di lei ricadde la scelta per la capitale.[1]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Oltre allo stabilire Wiesbaden come nuova capitale dell'Assia, il 12 ottobre 1945 venne installato quale presidente di stato il professore di liceo Karl Geiler. Geiler rimpiazzo il politico filonazista Ludwig Bergsträsser.

Il 22 novembre 1945 venne introdotta la costituzione della Grande Assia (Staatsgrundgesetz des Staates Groß-Hessen).[2] Questa costituzione venne sospesa il 1º dicembre 1946 con la fondazione del moderno Stato dell'Assia.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Die Konstituierung des Landes "Groß-Hessen" vor 50 Jahren, Volume 6 of Hessischen Schriften zum Föderalismus und Landesparlamentarismus, Wiesbaden, 1996, ISBN 3-923150-12-1.
  2. ^ (DE) Constitution of Greater Hesse, su verfassungen.de, 22 novembre 1945.
  3. ^ (DE) Constitution of the state of Hesse, su verfassungen.de, 1º dicembre 1946.