Haldenstein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Haldenstein
comune
Haldenstein – Stemma
Haldenstein – Veduta
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Graubünden matt.svg Grigioni
RegionePlessur
Amministrazione
Lingue ufficialiTedesco
Territorio
Coordinate46°52′44″N 9°32′37″E / 46.878889°N 9.543611°E46.878889; 9.543611 (Haldenstein)Coordinate: 46°52′44″N 9°32′37″E / 46.878889°N 9.543611°E46.878889; 9.543611 (Haldenstein)
Altitudine566 m s.l.m.
Superficie18,56 km²
Abitanti1 023 (2015)
Densità55,12 ab./km²
FrazioniBatänja
Comuni confinantiCoira, Felsberg, Pfäfers (SG), Trimmis, Untervaz
Altre informazioni
Cod. postale7023
Prefisso081
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS3941
TargaGR
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Haldenstein
Haldenstein
Haldenstein – Mappa
Sito istituzionale

Haldenstein (toponimo tedesco; in romancio Lantsch sut, desueto[senza fonte]) è un comune svizzero di 1 023 abitanti del Canton Grigioni, nella regione Plessur.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Abitata fina dal Neolitico, la località fu centro celtico[senza fonte] e romano tra il I e il IV secolo[1]. Divenuta nell'Alto Medioevo curtis regia (VIII secolo)[senza fonte], si sviluppò come signoria feudale prima alle dipendenze dei vescovi di Coira e poi come feudo dell'impero[1]. Passata di mano di vari signori e posta sotto la protezione della Repubblica delle Tre Leghe, fu acquistata, nonostante le proteste degli abitanti, da Thomas von Schauenstein nel 1608, divenuto barone dell'impero nel 1611; dal 1612 l'imperatore concesse alla signoria i diritti di coniare monete (con zecca fino al XVIII secolo), di mercato e di asilo[1].

Nel 1701 fu ereditata dai Von Salis-Maienfeld: il nuovo signore, il barone Johann Luzius von Salis, nello stesso anno vi abolì la servitù della gleba e nel 1731 Gubert von Salis ne ampliò il castello[1]. La signoria fu soppressa nel 1803[1]; il suo territorio si estendeva su quattro villaggi sulla riva sinistra del Reno a nord di Coira, da Scheidtöbeli al monte Calanda sulle cui pendici si trova il piccolo centro di Batänja (già Sewiis), sede di un altro ramo dei baroni Von Salis, e di Rossboden, mentre sulla riva destra aveva le terre da Halnmil fino all'affluenza del Klus con alcune porzioni nei distretti di Trimmis e Says[senza fonte].

Il castello di Lichtenstein, posto a nord del centro, fu distrutto e abbandonato dopo il terremoto del 1769[1]. Al momento della sua soppressione la signoria aveva 349 abitanti[1]; fu assorbita dal Canton Grigioni. Il comune fece parte del distretto di Landquart fino alla sua soppressione, il 31 dicembre 2015; dal 1º gennaio 2016 è incluso nella nuova regione Plessur.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Haldenstein è servito dalla stazione omonima della Ferrovia Retica (linea Landquart-Coira-Thusis).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j Silvio Margadant, Haldenstein, in Dizionario storico della Svizzera, 16 febbraio 2017. URL consultato il 29 maggio 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA. VV., Storia dei Grigioni, 3 volumi, Collana «Storia dei Grigioni», Edizioni Casagrande, Bellinzona 2000

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Svizzera Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Svizzera