Halcyon malimbica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Martin pescatore pettoazzurro
Flickr - Rainbirder - Blue-breasted Kingfisher (Halcyon malimbica) (cropped).jpg
Halcyon malimbica
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Coraciiformes
Famiglia Alcedinidae
Genere Halcyon
Specie H. malimbica
Nomenclatura binomiale
Halcyon malimbica
(Shaw, 1811)
Sottospecie
  • Halcyon malimbica malimbica
  • Halcyon malimbica torquata
  • Halcyon malimbica forbesi
  • Halcyon malimbica dryas

Il martin pescatore pettoazzurro (Halcyon malimbica Shaw, 1811) è un uccello appartenente alla famiglia Alcedinidae[2] diffuso nel continente africano.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Illustrazione raffigurante tre sottospecie. Dall'alto: H. m. torquata, H. m. forbesi, H. m. malimbica.

Il martin pescatore pettoazzurro misura circa 28 cm di lunghezza.[3] Il piumaggio presenta una colorazione piuttosto vistosa; il petto, il collo e parte della testa sono di colore azzurro brillante, come anche la macchia alare e la coda. Ventre, sottocoda, fianchi e gola sono bianchi, mentre la sommità del capo tende al grigiastro. Le ali sono nere ed è presente una striatura nera anche sugli occhi. Il becco è più corto e massiccio rispetto a quello dei martin pescatori che si alimentano tuffandosi e la mandibola, anch'essa nera, è leggermente ricurva verso l'alto. Due delle dita sono parzialmente fuse. Sono presenti quattro sottospecie: H. m. malimbica, H. m. torquata, H. m. dryase H. m. forbesi.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre prevalentemente di insetti che cattura lanciandosi da un posatoio. Occasionalmente si tuffa in acqua per pescare. Nidifica in cavità non foderate scavate a fianco di termitai.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie è stanziale e vive nelle foreste e nelle macchie di buona parte dell'Africa occidentale e centrale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2016, Halcyon malimbica, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.3, IUCN, 2017. URL consultato il 7 dicembre 2016.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Alcedinidae, in IOC World Bird Names (ver 6.2), International Ornithologists’ Union, 2016. URL consultato il 7 dicembre 2016.
  3. ^ Colin Harrison e Alan Greensmith, Uccelli del mondo, Dorling Kindersley.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Colin Harrison e Alan Greensmith, Uccelli del mondo, Dorling Kindersley, ISBN 88-88666-80-X.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Halcyon malimbica, in Avibase - il database degli uccelli nel mondo, Bird Studies Canada.