Hōjō Ujikuni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Hōjō Ujikuni[1] (北条 氏規?; 154119 settembre 1597) è stato un samurai giapponese appartenente al clan Hōjō durante il periodo Sengoku.

Terzo figlio di Hōjō Ujiyasu fu adottato da Fujita Yasukuni. Era in competizione con la fama del suo fratello maggiore Hōjō Ujiteru, col quale si assomigliava in molti modi. Fu sconfitto assiema a Ujiteru nella battaglia di Mimasetōge da Takeda Shingen nel 1569. Era anche il signore del castello di Hachigata, che fu assediato due volte, nel 1568 e nel 1590. Fu costretto ad arrendersi nel 1590 da Maeda Toshiie e Uesugi Kagekatsu che l'avevano assediato su ordine di Toyotomi Hideyoshi. Resistette per un mese prima di arrendersi.

Ujikuni aiutò in seguito nella difesa della roccaforte degli Hōjō di Odawara. L'assedio di Odawara fu l'ultima battaglia del clan Hōjō, la quale segnò la loro fine.

Fu perdonato e morì più tardi di malattia a Kanazawa, nella provincia di Kaga.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Per i biografati giapponesi nati prima del periodo Meiji si usano le convenzioni classiche dell'onomastica giapponese, secondo cui il cognome precede il nome. "Hōjō" è il cognome.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Stephen Turnbull, The Samurai Sourcebook, Cassell & Co., 1998, ISBN 1854095234.
  • (EN) Stephen Turnbull, War in Japan: 1467-1615, Oxford: Osprey Publishing, 2002, ISBN 1841764809.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN72873027 · ISNI (EN0000 0000 2568 1018 · LCCN (ENn86073194 · NDL (ENJA00626462 · WorldCat Identities (ENn86-073194