Grotta della Vipera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Grotta della Vipera
Grotta della vipera (CA).jpg
Ingresso
Localizzazione
StatoItalia Italia
ComuneCagliari
Mappa di localizzazione

Coordinate: 39°13′40.53″N 9°05′59.76″E / 39.227926°N 9.099934°E39.227926; 9.099934

La grotta della Vipera è un ipogeo funerario romano che si trova nel viale Sant'Avendrace, nella necropoli di Tuvixeddu, a Cagliari.

Cenni storici e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Venne costruito dal romano Lucio Cassio Filippo in onore di sua moglie, la matrona Atilia Pomptilla, nel II secolo[1]. La tomba, decorata all'esterno da una facciata con due colonne (ne è superstite un capitello) e frontone, è composta da un pronao e due camere funerarie.

In base alle iscrizioni metriche latine e greche incise sulle pareti del pronao (CIL X 7563-7578, oggi scarsamente leggibili o distrutte), si può ricostruire la vicenda dei due coniugi, esiliati in Sardegna: Atilia sarebbe morta dopo aver offerto in voto agli dei la propria vita in cambio di quella dell'amato. Nella decorazione del frontone, accanto ai girali fioriti che simboleggiano la iuno di Atilia, si possono notare due serpenti, simbolo del genius di Cassio Filippo: da essi deriva il nome popolare di grotta della Vipera.

Questo monumento è stato salvato dallo studioso Alberto Della Marmora, che durante i lavori di costruzione della strada reale Cagliari-Porto Torres nel 1822 ne impedì la distruzione (sono ancora visibili nella parete rocciosa i fori per le mine, poi rimasti inutilizzati). L'accesso alla grotta della Vipera è consentito al pubblico, che può osservare la tomba dal cortile esterno.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]