Grenchen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Grenchen
città
Grenchen – Stemma
Grenchen – Veduta
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Solothurn matt.svg Soletta
DistrettoLebern
Amministrazione
Lingue ufficialiTedesco
Territorio
Coordinate47°11′35″N 7°23′45″E / 47.193056°N 7.395833°E47.193056; 7.395833 (Grenchen)Coordinate: 47°11′35″N 7°23′45″E / 47.193056°N 7.395833°E47.193056; 7.395833 (Grenchen)
Altitudine451 m s.l.m.
Superficie26,08 km²
Abitanti16 741 (2015)
Densità641,91 ab./km²
FrazioniStaad
Comuni confinantiArch (BE), Bettlach, Büren an der Aare (BE), Court (BE), Lengnau (BE), Romont (BE), Rüti bei Büren (BE), Selzach
Altre informazioni
Cod. postale2540
Prefisso032
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS2546
TargaSO
Nome abitantiGrenchner
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Grenchen
Grenchen
Grenchen – Mappa
Sito istituzionale

Grenchen (toponimo tedesco; in francese Granges[1]) è un comune svizzero di 16 741 abitanti del Canton Soletta, nel distretto di Lebern del quale è capoluogo; ha lo status di città ed è il secondo centro abitato per popolazione del cantone[1].

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Situata fra Bienne e Soletta, sorge tra il Massiccio del Giura e il fiume Aar, a un'altitudine di 451 m s.l.m. Il territorio comunale ha il suo punto a maggior altitudine 1 348 m s.l.m (monte Oberer Grenchenberg), mentre il punto più basso è la loclità Witi nella piana dell'Aar, a 430 m s.l.m[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome della città è attestato per la prima volta nel 1131 nella forma Granechum[1]. Nel 1837 Grenchen era ancora un villaggio di 1 428 abitanti[senza fonte], ma nel 1851 fu introdotta l'industria dell'orologeria e la popolazione aumentò rapidamente[1] sino a raggiungere 3 787 persone nel 1880[senza fonte].

Negli anni 1830 la città, già attiva nell'elaborazione del pensiero politico radicale, accolse personalità del movimento in fuga, come il tedesco Karl Mathy e l'italiano Giuseppe Mazzini[1]. Quest'ultimo si rifugiò a Grenchen nel 1834 e vi rimase sino a quando fu arrestato dalla polizia cantonale, che gli ingiunse di lasciare la Confederazione entro 24 ore. Per impedirne l'allontanamento, l'assemblea dei cittadini di Grenchen conferì al profugo la cittadinanza con 122 voti a favore contro 22 contrari, ma la decisione fu invalidata dal governo cantonale[senza fonte].

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

A Grenchn ha sede il quotidiano Grenchner Tagblatt.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia di Grenchen è fortemente incentrata sull'industria orologiera[1], in particolare con la società ETA Manufacture Horlogère (che produce per il gruppo Swatch), Eterna, Breitling, ITS Time e Rodania.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La città ha due stazioni ferroviarie: Grenchen Nord, sulla linea Bienne-Moutier-Basilea, e Grenchen Süd, sulla linea Bienne-Soletta-Zurigo.

È presente anche un aeroporto, costruito nel 1931[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h Urs Zurschmiede, Grenchen, in Dizionario storico della Svizzera, 22 luglio 2013. URL consultato il 27 luglio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN144282726 · GND: (DE4021984-7
Svizzera Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Svizzera