Gorf

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gorf
Gorf.png
Una delle schermate del gioco
Sviluppo Midway Games
Pubblicazione Midway Games
Data di pubblicazione 1981
Genere Azione
Tema Contemporaneo
Modalità di gioco Singolo giocatore o 2 alternati
Piattaforma Sala giochi, Atari 2600, Atari 5200, Colecovision, Famiglia Atari 8-bit, BBC Micro, Commodore 64, Commodore VIC-20
Periferiche di input Joystick a 8 direzioni, un pulsante
Specifiche arcade
CPU 1x ZiLOG Z80
Schermo RGB raster, orientazione verticale
Risoluzione 352x240 pixel

Gorf (acronimo di Galactic Orbital Robot Force) è un videogioco pubblicato nel 1981 dalla Midway Games.

Pubblicato dapprima in versione coin-op, è stato reso disponibile anche per vari home computer, tra cui il Commodore 64, il Commodore Vic-20 e anche console come l'Atari 2600. È un videogioco storicamente importante in quanto primo ad aver presentato 5 livelli di gioco diversi[senza fonte].

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il giocatore, manovrando una sorta di spazioplano in grado di esplodere colpi, deve abbattere le forze Gorfiane che si presentano in modalità diverse nei cinque livelli di gioco:

  1. Astro Battles: ispirato a Space Invaders, arricchito nei colori. Gli alieni sono però solo ventiquattro, e la navicella del giocatore è protetta da un pur labile scudo deflettore;
  2. Laser Attack: due formazioni modulari atte ad emettere pericolosi raggi laser;
  3. Galaxians: rifacimento pressiché fedele di Galaxian;
  4. Space Warp: rifacimento, basato su un monitor di tipo raster, di Tempest;
  5. Flag Ship: un'imponente astronave che viene abbattuta quando i colpi, infranto lo scudo deflettore che la protegge, riescono a centrarne il cuore.

Non c'è possibilità di scelta del livello, si è costretti a giocarli uno ad uno. Terminato il quinto livello, si è promossi al grado superiore, e il gioco riprende dal primo livello con difficoltà sempre crescente.

Le qualifiche di gioco sono:

  • Space Cadet, (livelli 1-5)
  • Space Captain, (livelli 6-10)
  • Space Colonel, (livelli 11-15)
  • Space General, (livelli 16-20)
  • Space Warrior, (livelli 21-25)
  • Space Avenger, (livello 26 e segg.)
La prima delle sei schede di Gorf in versione videogioco arcade: la MAIN BOARD, ovvero la scheda principale
La terza delle sei schede di Gorf in versione videogioco arcade, la RAM ROM BOARD
Il set completo delle sei schede logiche principali di Gorf in versione videogioco arcade

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

È stato uno dei primi videogiochi a fare utilizzo di un chip di tipo sintetizzatore vocale.

È stato pubblicato con mobile arcade sia di tipo Upright che Cocktail.

Aspetti tecnici della versione coin-op[modifica | modifica wikitesto]

Il set di schede logiche consiste in tutti e due i casi in sei schede contenute in un contenitore metallico e collegate tra di loro mediante una scheda bus chiamata Comm.Mother board.Vi erano poi, esterne, due schede più piccole aventi le funzioni di Scheda video ed amplificatore audio.

L'hardware porta il nome di Astrocade ed è molto simile a quello usato da Wizard of Wor: quattro di queste schede (pattern, cpu e le due ram) sono persino intercambiabili tra i due titoli

Il gioco non rispettava lo standard jamma.

Sintetizzatore vocale[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta del chip Votrax SC-01. Le ultime release dell'hardware del videogioco arcade montano una versione rivista e corretta: la SC-01A.

Questa novità attraeva l'attenzione del giocatore in quanto quasi assoluta, anche se non sempre era semplice riuscire a capire cosa stesse effettivamente dicendo[senza fonte].

Durante la partita e l'Attract mode (demo mentre nessuno gioca) il sintetizzatore vocale pronuncia numerose frasi, come «Insert coin: I devour coins» (Inserire una moneta: io divoro monete) o «Gorfians take no prisoners!» (I Gorfiani non fanno prigionieri).

Team di sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Gorf è uno dei pochi videogiochi arcade dei quali si conoscono i nomi di chi ha composto il team di programmazione:

  • Concetto del gioco: Jay Fenton, Dave Nutting;
  • Designer: Jay Fenton, Dave Nutting;
  • Produttore esecutivo: Dave Nutting;
  • Programmatore video: Jay Fenton;
  • Programmatore audio: Scot Norris;
  • Supporto al programma aggiunto: Rick Frankel, Bob Ogden;
  • Designer elettronici: Jeff Frederickson, Dave Otto.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi