Giustizierato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Giustizierati)
Jump to navigation Jump to search

Il termine giustizierato designava in epoca normanna, sveva e angioina ogni distretto amministrativo in cui era suddiviso il Regno di Sicilia, governato da un funzionario di nomina imperiale, il giustiziere, che rappresentava l'autorità regia a livello provinciale.

Province napoletane (continente) e valli siciliani nel 1454

Giustizierati decretati da Federico II[modifica | modifica wikitesto]

Gli undici distretti stabiliti da Federico II nell'agosto del 1231 (Costituzioni di Melfi), furono poi istituiti in tempi diversi; così, ad esempio, il Giustizierato d'Abruzzo (Justitiaratus Aprutii) fu attivato soltanto nel 1233 e la sede fu fissata a Sulmona. Secondo l'ubicazione geografica possono essere distinti in:

Giustizierati decretati da Carlo d'Angiò[modifica | modifica wikitesto]

Il regno di Napoli

Il 5 ottobre 1273 Carlo I d'Angiò sancì col diploma di Alife la suddivisione dell'Abruzzo, considerato un distretto troppo esteso per essere ben amministrato e difeso, trovandosi all'estremo limite settentrionale del regno. Si preferì seguire un confine naturale, il corso del fiume Aterno-Pescara, determinando a nord il giustizierato d'Abruzzo ulteriore (Ultra flumine Piscaria) e a sud il giustizierato d'Abruzzo citeriore (Citra flumine Piscaria).

Nel 1282 con la guerra del Vespro, scaturita in seguito all'insurrezione siciliana (Vespri siciliani) e conclusa anni dopo con la pace di Caltabellotta (31 agosto 1302), gli angioini persero la parte insulare del regno (la capitale fu trasferita da Palermo a Napoli) e, di conseguenza, anche i due distretti siciliani.

Negli anni seguenti sia il Principato sia la Calabria furono entrambi smembrati in due giustizieriati separati (uno Ulteriore e l'altro Citeriore per ognuno), sempre usando come confine i fiumi, rispettivamente il Sele (Silarus), e il Neto (Nethum).

La fine del sistema dei giustizierati[modifica | modifica wikitesto]

In epoca aragonese, i giustizieri furono sostituiti da altri funzionari regi e, allo stesso tempo, i distretti territoriali del Regno di Napoli furono chiamati, più semplicemente, province.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]