Giuseppe Grassi (politico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuseppe Grassi
Giuseppe Grassi.jpg

Ministro di grazia e giustizia
Durata mandato 1º giugno 1947 –
14 gennaio 1950
Presidente Alcide De Gasperi
Predecessore Fausto Gullo
Successore Attilio Piccioni

Deputato del Regno d'Italia
Legislature XXIV, XXV, XXVI

Deputato dell'Assemblea Costituente
Gruppo
parlamentare
Unione Democratica Nazionale
Collegio XXVI (Lecce)
Incarichi parlamentari
  • Segretario della Commissione per la Costituzione
  • Segretario della Prima Sottocommissione
Sito istituzionale

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature I
Gruppo
parlamentare
Liberale
Collegio Lecce
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito Liberale Italiano
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Professione avvocato e docente universitario

Giuseppe Grassi (Lecce, 8 maggio 188326 gennaio 1950) è stato un politico italiano.

Esponente del Partito Liberale Italiano, fu Ministro di grazia e giustizia dei Governi De Gasperi IV e V dal 31 maggio 1947 al 14 gennaio 1950.

È noto per aver firmato, come guardasigilli, la Costituzione della Repubblica Italiana del 1948.

Nacque da nobili origini: i Grassi furono un'antica famiglia del 1100 derivata da Guglielmo il Grosso (discendente da uno dei dodici figli di Tancredi d'Altavilla) e fu feudatario di Alessano sotto il re Guglielmo il Buono. La famiglia originaria di Otranto, diramò e godette nobiltà con il predicato di Martano (Lecce). Giuseppe fu adottato dallo zio principe Sebastiano (fratello della madre morta molto giovane) e aggiunse al proprio cognome quello di Apostolico Orsini Ducas.

Ospitò nella sua tenuta di Materdomini (Lecce) i Savoia prima dell'esilio.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Ministro di grazia e giustizia della Repubblica Italiana Successore Emblem of Italy.svg
Fausto Gullo dal 31 maggio 1947 al 23 maggio 1948 Giuseppe Grassi I
Giuseppe Grassi dal 23 maggio 1948 al 27 gennaio 1950 Attilio Piccioni II