Giovanni Colonna Romano Filingeri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Colonna Romano Filingeri

Senatore del Regno d'Italia
Legislature VIII, IX, X

Dati generali
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Professione prefetto

Giovanni Antonio Colonna Romano Filingeri duca di Cesarò, marchese di Fiumedinisi, conte di Sant'Alessio, barone di Joppolo, Jancascio e Realturco, signore di Joppolo (Palermo, 18 settembre 1810Palermo, 24 gennaio 1869) è stato un politico e prefetto italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Calogero Colonna Romano, duca di Cesarò e di Girolama Filingeri e Alliata. Nel 1848 fu membro del parlamento siciliano durante la rivoluzione siciliana del 1848-1849.

Si ritirò a vita privata fino i moti in Sicilia del 1860 in seguito alla spedizione dei Mille, quando fu nominato da Garibaldi governatore di Palermo.

Fu prefetto di Palermo (1860-1º febbraio 1862), poi di Bergamo (1º febbraio 1862-1º dicembre 1864) e di Siracusa (10 dicembre 1865-10 dicembre 1866). Il 30 novembre 1862 fu nominato senatore del Regno[1].

Il figlio Gabriele Colonna di Cesarò fu deputato del Regno.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Grand'Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giovanni Colonna Romano Filingeri, su senato.it. URL consultato il 18 maggio 2017.