Gina Rinehart

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Georgina Hope "Gina" Rinehart

Georgina Hope "Gina" Rinehart (Perth, 9 febbraio 1954) è un'imprenditrice australiana.

Erede dell'industria mineraria di ferro australiana Hancock Prospecting, è figlia del fondatore dell'azienda, Lang Hancock. Ha assunto il controllo della multinazionale dopo la morte del padre, nel 1992.[1]

Nel 1999, il governo statale dell'Australia occidentale ha approvato una proposta per nominare una catena montuosa in onore della sua famiglia. Hancock Range si trova a circa 65 chilometri a nord-ovest della città di Newman a 23°00′23″S 119°12′31″E e commemora il contributo della famiglia alla creazione dell'industria pastorale e mineraria nel Regione del Pilara.

Nel 2021 era secondo Forbes la donna più ricca dell'Australia e la 70a al mondo con un patrimonio di 22,9 miliardi di dollari.[2]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Rinehart è nata a Perth, nell'Australia occidentale, e ha trascorso i suoi primi anni nel Pilbara. Si è imbarcata alla St Hilda's Anglican School for Girls e poi ha studiato brevemente all'Università di Sydney, abbandonandola per lavorare con suo padre alla Hancock Prospecting. Era l'unica figlia di Lang Hancock, e quando morì nel 1992 – lasciando una proprietà fallimentare – gli succedette come presidente esecutivo. Ha trasformato una società con gravi difficoltà finanziarie nella più grande società privata in Australia e una delle più grandi case minerarie del mondo.

Quando Rinehart ha rilevato Hancock Prospecting, la sua ricchezza totale era stimata in A $75 milioni, che non ha tenuto conto delle passività del gruppo e delle passività potenziali. Ha supervisionato un'espansione dell'azienda nel decennio successivo e, a causa del boom del minerale di ferro dei primi anni 2000, è diventata una miliardaria nominale nel 2006. Negli anni 2010, Rinehart ha iniziato ad espandere le sue partecipazioni in aree al di fuori dell'industria mineraria. Ha fatto ingenti investimenti in Ten Network Holdings e Fairfax Media (anche se ha venduto la sua partecipazione in quest'ultima nel 2015), e si è anche espansa in agricoltura, acquistando diverse aziende di bestiame.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1973, all'età di 19 anni, Rinehart incontrò l'inglese Greg Milton mentre entrambi lavoravano a Wittenoom. E si sposarono. I loro figli John Langley e Bianca Hope sono nati rispettivamente nel 1976 e nel 1977. La coppia si separò nel 1979 e divorziò nel 1981. Nel 1983 sposò l'avvocato aziendale e dirigente della Arco, Frank Rinehart  a Las Vegas. Hanno avuto due figli, Hope e Ginia, nati rispettivamente nel 1986 e nel 1987. Frank Rinehart ricevette una borsa di studio ad Harvard per i suoi servizi nell'allora US Army Air Corp. Fu prima all'Harvard College e poi alla Harvard Law School, mentre studiava anche ingegneria e teneva un lavoro a tempo pieno e due part-time. Frank Rinehart è morto nel 1990.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale dell'Ordine dell'Australia - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine dell'Australia
«Per il servizio distinto al settore minerario, alla collettività attraverso iniziative filantropiche e allo sport come mecenate.»
— 26 gennaio 2022[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN305308151 · ISNI (EN0000 0004 1891 1101 · WorldCat Identities (ENviaf-305308151