Gianfranco Pagliarulo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gianfranco Pagliarulo

Presidente nazionale della Associazione Nazionale Partigiani Italiani
In carica
Inizio mandato 30 ottobre 2020
Predecessore Carla Nespolo

Senatore della Repubblica Italiana
Durata mandato 30 maggio 2001 –
27 aprile 2006
Legislature XIV
Gruppo
parlamentare
Misto-PdCI
Coalizione L'Ulivo
Circoscrizione Lombardia
Collegio Milano 5
Incarichi parlamentari
  • Membro della Commissione Lavoro e Previdenza sociale
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico PCI (fino al 1991)
PRC (1991-1998)
PdCI (1998-2005)
SD (2007)
PD (2007-2008)
Professione Giornalista pubblicista

Gianfranco Pagliarulo (Bari, 16 settembre 1949) è un politico e giornalista italiano, Presidente dell'Associazione Nazionale Partigiani Italiani dal 2020.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di professione giornalista pubblicista, Pagliarulo viene eletto al Senato della Repubblica nella coalizione de L'Ulivo alle elezioni politiche del 2001, risultando uno dei due rappresentanti del Partito dei Comunisti Italiani a Palazzo Madama, assieme a Luigi Marino per la XIV Legislatura; è membro della Commissione permanente Lavoro e Previdenza Sociale. È stato, dal giugno 2002 fino al maggio 2006, direttore del settimanale La Rinascita della sinistra, organo del PdCI.

Il 4 dicembre 2005 partecipa alla presentazione dell'Associazione RossoVerde di Alessio D'Amato e ciò ne comporta la mancata ricandidatura da parte del PdCI in vista delle successive elezioni del 2006[1]; lascia così il partito e aderisce all'associazione di D'Amato, dal quale poi si distaccherà nel luglio 2006 per fondare l'associazione "Sinistra Rossoverde". Con tale gruppo si avvicina a Sinistra Democratica da cui si distacca successivamente. Dopo una breve esperienza nella sinistra Pd, abbandona progressivamente l'attività partitica. Da tempo non è iscritto a nessun partito e si impegna nell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia.

Nel 2010 ha scritto un romanzo dal titolo L'isola, pubblicato da Ibiskos Editrice Risolo. Dal 2016 è direttore responsabile di Patria Indipendente, periodico dell'ANPI. Alla fine del 2017 è eletto vicepresidente nazionale dell'ANPI, assieme a Marisa Ombra, Vania Bagni, Piero Cossu, Emilio Ricci, Ottavio Terranova.

A seguito della scomparsa di Carla Nespolo, il 30 ottobre 2020 il comitato nazionale dell'ANPI lo designa come nuovo presidente dell'associazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]