Gianfranco Bartolini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gianfranco Bartolini
Gianfranco Bartolini.gif

Presidente della Regione Toscana
Durata mandato 1983 –
1990
Predecessore Mario Leone
Successore Marco Marcucci

Dati generali
Partito politico Partito Comunista Italiano

Gianfranco Bartolini (Fiesole, 17 gennaio 1927Firenze, 10 ottobre 1992) è stato un politico e sindacalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in una famiglia povera, ad otto anni lavorò come fabbro nella bottega paterna. Nel 1941 fu operaio e fin da giovanissimo si interessò di politica e sindacato, entrando giovanissimo nella Resistenza partigiana tra le file delle Brigate Garibaldi. Nel dopoguerra fu sindacalista della CGIL e nel 1960 entrò nella Camera confederale del lavoro di Firenze, di cui fu presidente nel 1965.

Segretario generale della CGIL nel 1971, in questa veste tentò di formare un fronte comune con CISL ed UIL. Assessore a Fiesole, fu Consigliere provinciale (a Firenze) e poi regionale dal 1975: nella regione Toscana divenne anche vicepresidente della giunta ed assessore all'industria e all'energia durante la presidenza di Mario Leone. Nel 1979 entrò poi nel comitato centrale del Partito Comunista Italiano.

Nel 1983 divenne presidente della Toscana e formò una giunta con PCI, Democrazia Proletaria ed altre forze di sinistra. Rimase presidente fino al 1990 e successivamente fu vicepresidente della Banca Toscana.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]