Georgy, svegliati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Georgy, svegliati
Titolo originale Georgy Girl
Paese di produzione Regno Unito
Anno 1966
Durata 99 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere drammatico, commedia
Regia Silvio Narizzano
Soggetto Margaret Forster (romanzo)
Sceneggiatura Margaret Forster e Peter Nichols
Fotografia Kenneth Higgins
Montaggio John Bloom
Musiche Alexander Faris
Scenografia Tony Woollard
Interpreti e personaggi
Premi

Georgy, svegliati è un film del 1966, diretto dal regista Silvio Narizzano.

Il film fu candidato come miglior film ai premi BAFTA.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Georgy, una ingenua ragazza non particolarmente bella, viene dapprima corteggiata da James, il padrone del padre e poi, in segreto, da Jos, marito della bella violinista Meredith, una spregiudicata compagna di casa che la sfrutta come domestica. A Meredith nasce una figlia, Sara, ma non la vuole e anche divorzia da Jos, che ora può mettersi insieme a Georgy con la bambina; ma il legame non dura. Ritorna a farsi avanti James, ora vedovo, e Georgy accetta la sua proposta di matrimonio ma solo per il timore di perdere Sara, unico soggetto del suo affetto.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

«... frutto attardato del Free Cinema... Spirito acre e ottimi interpreti» **½ [1]

Candidature Oscar[modifica | modifica wikitesto]

Furono candidati al premio Oscar:

  • Lynn Redgrave come miglior attrice;
  • James Mason come miglior attore non protagonista;
  • Ken Higgins per la miglior fotografia in bianco e nero;
  • la canzone omonima del film, nei titoli di testa, come miglior canzone (musica di Tom Springfield; versi di Jim Dale, membri del gruppo australiano The Seekers)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paolo Mereghetti, Dizionario dei film, ed. 1994.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema