Georg Andersen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Georg Andresen
1995 Georg Andersen.JPG
Georg Andresen nel 1995.
Dati biografici
Nome Georg Arnfinn Andresen
Nazionalità Norvegia Norvegia
Altezza 190 cm
Peso 112 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Getto del peso
Lancio del disco
Record
Peso 20,86 m (1990)
Peso indoor 20,98 m Record nazionale (1989)
Disco 62,10 m (1986)
Società Idrettsforeningen Urædd
Ritirato 2008
Carriera
Nazionale
1986-1995 Norvegia Norvegia
Palmarès
Mondiali indoor 0 0 1
Europei 0 0 1
Europei indoor 0 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Georg Arnfinn Andersen (Notodden, 7 gennaio 1963) è un ex atleta norvegese, specializzato nel getto del peso e nel lancio del disco. Ha vinto un bronzo nel getto del peso ai campionati mondiali indoor di Budapest 1989 grazie ad un lancio a 20,98 che corrispondeva anche al nuovo record nazionale norvegese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ai campionati del mondo di Tokyo 1991 venne trovato positivo ad un controllo anti-doping e, oltre ad una squalifica di due anni dalle competizioni, gli fu ritirata la medaglia d'argento da poco vinta grazie ad un lancio a 20,81.[1]

Entrato nel corpo della polizia norvegese, attualmente ha il grado di tenente e ricopre il ruolo di capo della sezione specializzata in reati telematici.[2][3]

Progressione[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Misura Note
1986 Europei Germania Ovest Stoccarda Getto del peso 10º 18,45 m
1988 Europei indoor Ungheria Budapest Getto del peso 19,56 m
Olimpiadi Corea del Sud Seul Getto del peso 10º 19,91 m
1989 Europei indoor Paesi Bassi L'Aia Getto del peso Bronzo Bronzo 20,22 m
Mondiali indoor Ungheria Budapest Getto del peso Bronzo Bronzo 20,89 m Record nazionale
1990 Europei Jugoslavia Spalato Getto del peso Bronzo Bronzo 20,71 m
1991 Mondiali Giappone Tokyo Getto del peso sq
1995 Mondiali Svezia Göteborg Getto del peso 15º 18,84 m

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (NO) Historikk: Store norske dopingsaker., Dagbladet.no, 30-7-1998. URL consultato il 24-3-2011.
  2. ^ (NO) Nå starter sesongen for båttyvene, Varden.no, 18 aprile 2012. URL consultato il 6 luglio 2014.
  3. ^ (EN) Anders Hedeman, Litauere begår flest forbrytelser, TA.no, 11 gennaio 2012. URL consultato il 6 luglio 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]