Notodden

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Notodden
comune
Notodden – Stemma
Notodden – Veduta
Localizzazione
StatoNorvegia Norvegia
RegioneØstlandet
ConteaVestfold og Telemark våpen.svg Vestfold og Telemark
Amministrazione
CapoluogoNotodden
SindacoJørn Christensen (H)
Lingue ufficialiNorvegese neutrale
Territorio
Coordinate
del capoluogo
59°33′42″N 9°15′57″E / 59.561667°N 9.265833°E59.561667; 9.265833 (Notodden)
Superficie983,89 km²
Abitanti12 994[1] (1 gennaio 2021)
Densità13,21 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Codice SSB3808
Nome abitantiNotodding
Cartografia
Mappa di localizzazione: Norvegia
Notodden
Notodden
Notodden – Mappa
Sito istituzionale
La chiesa in legno di Heddal, nei pressi di Notodden

Notodden è un comune e una città della contea di Vestfold og Telemark in Norvegia.

Il comune è stato costituito nel 1913 quando venne separata dal comune di Heddal al quale è stata poi riunita nel 1964. Nel 2020 è stato unito al comune parte del territorio intorno al centro abitato di Hjuksebø scorporandolo dal comune di Sauherad.[2]

I centri abitati principali sono le cittadine di Notodden (9 055 abitanti nel 2020)[3] e Yli (con 274 abitanti).

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale è ricoperto da boschi e non supera i 700 m s.l.m., è attraversato dal fiume Tinnelva che ha diversi affluenti e sfocia nel lago Heddalsvatnet, anche il fiume Heddøla termina il suo percorso nel lago dopo aver attraversato un'ampia valle nella quale si trovano diversi piccoli insediamenti.[2]

È conosciuta per la Stavkirke di Heddal, la più grande Stavkirke norvegese risalente al XIII secolo situata circa 5 km ad est del centro cittadino. Notodden ha inoltre ospitato la prima centrale idroelettrica della multinazionale norvegese Norsk Hydro.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma del comune di Notodenn è stato concesso con il decreto reale dell'11 agosto 1939.

«Di azzurro, al palo ondato d'argento, accompagnato su entrambi i lati da due paia di fulmini uniti alla base, quelli in alto rivolti verso il capo, quelli in basso rivolti verso la punta.»

Gli elementi nello scudo ricordano che la città si è sviluppata grazie alla produzione di energia idroelettrica: Tinnfoss e le altre cascate del fiume Tinnelva, simboleggiate dal palo ondato, hanno fornito la base per l'attività industriale della compagnia Norsk Hydro dal 1907.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Statistics Norway – Population and quarterly changes
  2. ^ a b (NO) Notodden, su snl.no. URL consultato il 28 giugno 2021.
  3. ^ Population and land area in urban settlements, su ssb.no. URL consultato il 28 giugno 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN133763407 · LCCN (ENn85263958 · GND (DE4457738-2 · BNF (FRcb120695785 (data) · J9U (ENHE987007564889405171 · WorldCat Identities (ENlccn-n85263958
  Portale Norvegia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Norvegia