Genfest

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Genfest è il raduno dei giovani aderenti o simpatizzanti del Movimento dei Focolari nel quale si svolgono numerose attività, sia di intrattenimento (attraverso performance artistiche, teatrali e musicali) sia di approfondimento del tema scelto di volta in volta (attraverso, ad esempio, esperienze di vita) sempre con una forte impronta multiculturale.

La parola "Genfest" nasce dalla fusione delle parole "Gen", abbreviazione per "Generazione nuova" (i giovani del Movimento dei Focolari), e "festa".

Origini[modifica | modifica wikitesto]

La manifestazione nasce negli anni '70, quando Chiara Lubich, Presidente e fondatrice del Movimento dei Focolari, pensò di riunire in una "festa" tutti i ragazzi del neonato Movimento Gen. Il primo Genfest si tenne nel 1973 a Loppiano, in Toscana, vi parteciparono circa 8.000 giovani e il titolo fu: "Uomo mondo al di là di ogni barriera". Da ricordare, in particolare in questa edizione, l'esibizione della formazione originaria del gruppo musicale Gen Rosso.

Le successive edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Visto il successo dell'iniziativa, il Genfest verrà ripetuto ancora nel 1975, con la presenza di circa 20.000 giovani e del Papa Paolo VI, che si congederà dicendo "Nasce un mondo nuovo". Le attività in questo caso si svolsero all'interno del Palazzo dello Sport di Roma col titolo "L'unità è possibile". Nel 1980, durante la Guerra Fredda, sempre a Roma, ma questa volta allo Stadio Flaminio, dove si riunirono in 40.000. Il titolo dell'edizione fu "Per il mondo unito". Nell'edizione del 1985, che si svolge per la seconda volta al Palazzo dello Sport di Roma e che s'intitola "Molte vie per un mondo unito", nasce anche il Movimento Giovani per un Mondo Unito. L'edizione del 1990 è incentrata sulla caduta del muro di Berlino, considerata un passo in avanti verso l'unità globale; il titolo della VII edizione è infatti: "Mondo unito - Ideale che si fa storia". Da ricordare in particolare, la visita di Giovanni Paolo II in quest'anno. Nel 1995 per la prima volta la manifestazione viene trasmessa, attraverso collegamenti via satellite e via Internet, in tutto il mondo. Come nelle altre edizioni il titolo è esplicativo dell'evento: "Facciamo vedere il mondo unito". Nel 2000, allo Stadio Flaminio di Roma si è svolta l'ultima edizione del Genfest, in concomitanza con la Giornata mondiale della gioventù.

Sviluppi recenti[modifica | modifica wikitesto]

L'iniziativa ha subito un forte arresto a causa della concomitanza con la Giornata Mondiale della Gioventù 2005 e la morte di Chiara Lubich avvenuta nel 2008. Nonostante ciò nel Movimento Gen viene sentita l'iniziativa come irrinunciabile e quindi tra il 2010 e il 2011 sono ripresi i lavori per una nuova edizione. Nel 2011 è stato ufficialmente annunciato il Genfest 2012, che si è tenuto (per la prima volta all'estero) alla SportArena di Budapest, in Ungheria e ha avuto come titolo "Let's bridge", in riferimento ai molteplici ponti caratteristici della capitale ungherese, che vengono utilizzati come metafora dei ponti da creare fra le molte culture e nazionalità di cui si prevede la presenza.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]