Gangsters in agguato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gangsters in agguato
Sterling Hayden in the movie "Suddenly".jpg
Sterling Hayden
Titolo originaleSuddenly
Lingua originaleInglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1954
Durata77 min
Dati tecnicib/n
Generethriller
RegiaLewis Allen
SceneggiaturaRichard Sale
ProduttoreRobert Bassler
Casa di produzioneUnited Artists
Distribuzione (Italia)UA (1955)
FotografiaCharles G. Clarke
MontaggioJohn F. Schreyer
MusicheDavid Raksin
ScenografiaFrank Paul Sylos (art director)
Howard Bristol (set decorator)
TruccoWillard Buell, Lois Murray
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Gangsters in agguato (Suddenly)

Gangsters in agguato (Suddenly) è un film del 1954 diretto da Lewis Allen.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

"...Oggi la vita è talmente tranquilla a Suddenly, che dovremmo ribattezzarla Quiet City." Così, nel prologo del film, un agente dello sceriffo descrive ad un autista di passaggio la cittadina del Midwest teatro della vicenda - ironicamente, alla fine del film, lo sceriffo si rivolgerà all'incirca nello stesso modo, ad un altro autista.

Ma suddenly, in Inglese, significa "improvvisamente". E, improvvisamente, la quiete della cittadina viene turbata dalla notizia del passaggio del Presidente degli Stati Uniti d'America. Ma, soprattutto viene sconvolta la vita della famiglia Benson: il piccolo "Pidge", la madre vedova e il nonno.

Un terzetto di killer a pagamento ha, infatti, individuato nella loro abitazione, la postazione ideale per assassinare il Presidente, in arrivo alla stazione. I tre, capeggiati da John Baron, reduce di guerra e con la psiche turbata dall'esperienza bellica, tengono sotto sequestro la famiglia e, insieme ad essa, lo sceriffo della città, passato per un controllo.

Il piano sarà sventato e i suoi esecutori troveranno la morte.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema