Gaetano Allotta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gaetano Allotta

Gaetano Allotta (Belmonte Mezzagno, 12 maggio 1930) è un saggista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Intendente di Finanza a riposo e giornalista pubblicista, impegnato nella tutela dell'ambiente e dell'archeologia marina, Allotta ha svolto un'intensa attività saggistica, per cui gli sono stati conferiti diversi riconoscimenti, tra cui il Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio dei ministri (1983), il Global 500 Roll of Honour delle Nazioni Unite (1989), il Premio Taormina per le Arti e le Scienze (1993), il Melvin Jones Fellow del Lions International ed il premio per "Una vita dedicata al mare" dell'Istituzione dei Cavalieri di Santo Stefano (2006).
È socio ordinario della Società Siciliana per la Storia Patria di Palermo, Membre de la société internationale des historiens de la méditerranée ed Ispettore Onorario dei Beni Culturali.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Tra le sue opere principali sono i seguenti volumi:

  1. Penalità in materia di imposte dirette(1969)
  2. Finanza locale e suoi problemi (1970)
  3. Archeologia e i suoi aspetti tributari (1970)
  4. Coscienza tributaria degli italiani (1971)
  5. Profilo economico di Malta (1972)
  6. Il dirigente ed il governo del personale (1972)
  7. Difendiamo il mare (1980)
  8. Nuovi orizzonti del diritto penale internazionale (1984)
  9. La salvaguardia del mediterraneo (1984)
  10. Difesa del mare e nuove norme sull'ambiente (1987)
  11. Economia e tributi (1989)
  12. Ecologia e tutela dell'ambiente (1990)
  13. Pescatori di ieri (1992)
  14. Archeologia marina e diritto del mare (1995)
  15. Olio di pietra in Akragas (1997)
  16. Il "virus" della burocrazia (1997)
  17. Monumenti nei porti del Mediterraneo (1997)
  18. Numismatica e filatelia ispirate al mare (1998)
  19. Le barche di ieri (1998)
  20. Guerra e pace nei Balcani (1999)
  21. NATO e "international law" (1999)
  22. Portolani, caricatori e porti del litorale agrigentino (1999)
  23. Il guardiano del faro (1999)
  24. Emigrazione nei secoli XIX e XX (2000)
  25. Viaggio sentimentale sui treni della Sicilia (2000)
  26. Girgenti la magnifique (2000)
  27. Patrioti girgentini esuli a Malta (2000)
  28. Pirandello e il porto (2000)
  29. Ferdinandea: l'isola che non c'è (2000)
  30. Iconografia sacra ispirata al mare (2001)
  31. Tutela del patrimonio archeologico subacqueo (2001)
  32. Sorella acqua (2001)
  33. Valorizzazione del patrimonio culturale sottomarino (2001)
  34. Trazzere di Sicilia (2001)
  35. L'Ordine Ospitaliero di San Giovanni (2002)
  36. Nuova normativa in materia di beni culturali (2002)
  37. Emergenza idrica in Sicilia (2002)
  38. La Sicilia e il Mediterraneo (2002)
  39. L'isola effimera (2002)
  40. 60 anni fa: lo sbarco alleato in Sicilia (2003)
  41. Storia di un carabiniere (2004)
  42. Crispi (2005)
  43. Elogio dell'argilla (2005)
  44. Le barche del mediterraneo (2006)
  45. Immigrazione: Un fenomeno epocale (2007)
  46. Filatelia Agrigentina (2007)
  47. 65 anni fa: lo sbarco alleato in Sicilia (2008)
  48. Storia dell'istruzione nell'Agrigentino(2008)
  49. 100 anni fa; IL TERREMOTO DI MESSINA (2008)
  50. Viaggio nel tempo (2009)
  51. Il Carretto (2009)
  52. Valorizzazione dei beni culturali della Chiesa (2010)
  53. Francesco Crispi - Un protagonista dell'unità d'Italia (2011
  54. Marco Tullio Cicerone ad Agrigentum e le "Verrine" (2011)
  55. LE MIGRAZIONI dalla preistoria a Lampedusa 2013" (2014)

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 27 dicembre 1990[1]
Grande ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Grande ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 29 marzo 1988[2]
Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 27 dicembre 1977[3]
Cavaliere di grazia magistrale del Sovrano Militare Ordine di Malta - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di grazia magistrale del Sovrano Militare Ordine di Malta

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN6722542 · ISNI (EN0000 0000 4791 7183 · SBN IT\ICCU\CFIV\005636 · LCCN (ENn99016695