Gabriel Cortois de Pressigny

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gabriel Cortois de Pressigny
arcivescovo della Chiesa cattolica
Monsignor gabriel cortois de pressigny.jpg
Incarichi ricoperti Vescovo di Saint-Malo
Arcivescovo di Besançon
Nato 11 dicembre 1745
Deceduto 2 maggio 1823

Gabriel Cortois de Pressigny (Digione, 11 dicembre 1745Parigi, 2 maggio 1823) è stato un arcivescovo cattolico francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vescovo di Saint-Malo dal 1785, dopo la soppressione della sua diocesi (decretata dall'Assemblea Nazionale Costituente nel 1790) si rifugiò all'estero: tornò in patria dopo il concordato del 1801 tra Napoleone Bonaparte e papa Pio VII. Ambasciatore di Francia presso la Santa Sede (1814-1816), venne nominato pari di Francia e conte di Pressigny da Luigi XVIII e nel 1817 venne eletto arcivescovo metropolita di Besançon.

Fu probabilmente uno dei cinque cardinali creati da papa Pio VII nel concistoro dell'8 marzo 1816 e riservati in pectore, ma non ottenne mai la porpora.

La sua salma riposa nella cappella della Vergine della chiesa di Saint Roch a Parigi.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN304922052