Franko B

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Franko B, pseudonimo di Franco Bosisio (Milano, 1960), è un artista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studia belle arti al Camberwell College of Arts fra il 1986 e il 1987 e al Chelsea College of Art fra il 1987 e il 1999. Il suo lavoro era originariamente basato sul sangue e sulla ritualizzazione della violazione del proprio corpo[1].

Tra il 1997 ed il 1998 collabora con la rivista italiana di arte e cultura contemporanea Virus mutations, diretta da Francesca Alfano Miglietti.

In seguito la sua ricerca volge verso mezzi come video, fotografia, scultura, pittura e installazioni.

Ha tenuto lezioni presso numerose scuole d'Arte, fra cui St. Martins School of Art di Londra, Ruskin School of Fine Art di Oxford e Chelsea College of Art di Londra e dalla fine degli anni '00 è docente di scultura presso l'Accademia di belle arti di Macerata.

Dal 2016 è docente di scultura presso l'Accademia Albertina di Torino.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesca Alfano Miglietti Identità mutanti, Dalla piega alla piaga: esseri delle contaminazioni contemporanee, Costa & Nolan, Genova, 1997
  • Francesca Alfano Miglietti Estensioni, Costa & Nolan/Virus Mutations, Milano 1997
  • RoseLee Goldberg Performance: Live Art Since 1960, Thames & Hudson, 1998
  • Francesca Alfano Miglietti Rosso Vivo, Mutazione, Trasfigurazione e sangue nell' Arte Contemporanea, Electa, Milano, 1999
  • Lea Vergine Body art e storie simili - Il corpo come linguaggio, Skira, Milano, 2000
  • Gabriele Tinti Ma non hanno mutato noi - conversazione con Franko B, Argo nº 16, Cattedrale, Ancona 2010

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]