Francesco Peroni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Francesco Peroni (Brescia, 7 aprile 1961) è un giurista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si laurea con lode in Giurisprudenza all'Università di Pavia nel 1985. Abilitato alla professione di avvocato nel 1987, svolge attività di ricerca, prima nell'Ateneo pavese e, successivamente, nell'Università di Milano. Dottore di ricerca in discipline penalistiche all'Università di Firenze nel 1992, diviene docente di procedura penale all'Università di Trieste, prima come ricercatore nel 1992, poi come professore associato nel 1998, infine come professore ordinario nel 2000.

L'impegno istituzionale nell'Università di Trieste lo vede direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche dal 2000 al 2003, preside della Facoltà di Giurisprudenza dal 2003 al 2006, e quindi rettore, dal 2006 al 2013. Nel 2006, quando viene eletto rettore, è il più giovane rettore d'Italia.[1] Nel 2009 viene rieletto rettore al primo scrutinio.[2]

In ambito giudiziario, dal 1996 al 2006 svolge, su nomina del Consiglio Superiore della Magistratura, funzioni di componente esperto del Tribunale di Sorveglianza del Distretto di Corte d'Appello di Trieste.

Dal 2010 al 2013 è consigliere superiore della Banca d'Italia, mentre dal 2012 all'anno successivo ricopre, su designazione del Comune di Trieste, l'incarico di presidente del Politeama Rossetti - Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia.

In seguito alle elezioni regionali in Friuli-Venezia Giulia del 2013 entra a far parte della giunta presieduta da Debora Serracchiani come assessore alle finanze, al patrimonio e alla programmazione economica: carica che mantiene fino al maggio 2018, termine della legislatura.

Dal 2019 è componente, in rappresentanza dello Stato, della Commissione paritetica Stato - Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia: organo del quale assume la presidenza nel 2020.

È autore di una novantina di pubblicazioni, tra monografie, articoli, voci enciclopediche e contributi a convegni. I suoi interessi scientifici sono orientati, soprattutto, agli istituti delle cautele personali, della giustizia penale negoziata e delle impugnazioni penali.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore dell'Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”
— giugno 2010. Di iniziativa della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Commendatore di Merito del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di Merito del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio
— maggio 2009. Di iniziativa di Carlo di Borbone delle Due Sicilie.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Piero Comelli, Università, Peroni nuovo rettore, in Il Piccolo, 16 giugno 2006.
  2. ^ Piero Rauber, Università di Trieste, Peroni rettore-bis, in Il Piccolo, 12 maggio 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN57851778 · ISNI (EN0000 0001 0905 0256 · LCCN (ENn00111557 · BNE (ESXX4867294 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n00111557