Forming

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Forming / Sex Boy
ArtistaThe Germs
Tipo albumSingolo
PubblicazioneLuglio 1977
Durata3:06 (Versione 1)
1:37 (Versione 2)
GenereL.A. punk
American punk
Hardcore punk
EtichettaWhat? Records[1]
WHAT 01
Registrazione1977
The Germs - cronologia
Singolo precedente
Singolo successivo
(1978)

Forming è un brano musicale del gruppo L.A. punk The Germs pubblicato come singolo nel 1977 dalla What? Records.

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

I Germs, composti da quattro adolescenti, si erano formati non molto tempo prima della registrazione effettiva del singolo. Forming fu la prima composizione della band in assoluto, scritta da Darby Crash (che all'epoca si faceva ancora chiamare "Bobby Pyn") e registrata nel garage dei genitori del chitarrista del gruppo, Pat Smear.[2] Chris Ashford, un amico della band, aiutò a preparare l'equipaggiamento per la registrazione.

La band debuttò dal vivo il 16 aprile 1977, durante uno show organizzato dai The Weirdos, un altro gruppo punk locale.[3] Nel numero di maggio della rivista Raw Power, un recensore del concerto così si espresse nei confronti della band e del suo cantante diciottenne:

« I Germs sono arrivati per primi ed erano il più grande scherzo dell'anno. Nessuno di loro era in grado di suonare il proprio strumento in maniera decente. Ci hanno messo un'ora a prepararsi per l'esibizione e poi hanno suonato per due minuti soli. Il cantante solista si è spalmato del burro di noccioline su tutta la faccia e poi lo ha fatto anche su quelle degli altri membri del gruppo, e continuavano a sputarsi addosso l'uno con l'altro fino a quando sono stati buttati fuori dal locale. Potete scommetterci che non li rivedremo più.[4] »

Pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

La canzone venne pubblicata come singolo di debutto dei Germs, distribuito dalla What? Records, una piccola etichetta discografica indipendente. Il brano viene considerato come una delle prime vere espressioni del genere musicale detto "L.A. punk".[5]

Agendo come se fosse il manager del gruppo, Ashford organizzò in giugno una seduta fotografica per la copertina del singolo al The Masque, un club punk.[6] La foto in copertina mostra i Germs sul palco del locale. Secondo una intervista del 1977 alla band, furono stampate 3,000 copie di Forming, ma le prime 1,000 andarono "distrutte".[7] Ashford spiegò in seguito che "la macchina dello stampaggio si ruppe, invertendo le etichette, quindi dovettero buttare via circa 800 copie sbagliate."[8] Nonostante la modesta quantità di copie e la scarsa distribuzione, il singolo entrò nella classifica di Billboard New Wave Top Ten.[8]

Intervistato da Slash Magazine nel 1978, Darby Crash disse che Forming parla di "buttare giù il governo e crearne uno nostro."[9]

La canzone che finì sulla B-side del singolo, Sex Boy, indicata genericamente come "the germs live" sulla copertina della prima stampa del singolo,[10] venne registrata dal vivo su cassetta durante un'esibizione al nightclub Roxy di Hollywood, mentre erano in corso le riprese del film comico Up in Smoke di Cheech & Chong.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Claude Bessy, fondatore ed editore della fanzine punk locale, Slash, descrisse il 45 giri Forming con queste parole: "Oltre la musica... da capogiro... inesplicabilmente brillante nel portare la monotonia a nuove vette di sublime altezza".[8] In retrospettiva, lo storico della musica Clinton Heylin, riferendosi a Forming, la descrisse notevole proprio per la sua "inettitudine" tecnica assoluta.[11] Secondo Ned Raggett di AllMusic la canzone è "un'esplosione primitiva", "prodotta malissimo e fiera di esserlo."[12] Parlando poi di Sex Boy, il lato B del 45 giri, scrisse: "divertente, caotica B-side, contenente il rumore di bottiglie che si rompono mentre Crash praticamente attacca il pubblico spaventato".[12]

Forming 2[modifica | modifica wikitesto]

Una versione alternativa del brano, prodotta da Ashford ed incisa in maniera più professionale e sensibilmente più corta, venne registrata sempre nel 1977 con il batterista D. J. Bonebrake, che poi sarebbe diventato in seguito un membro degli X. Intitolata Forming 2, rimase inedita fino al 1993, quando venne inclusa nella raccolta (MIA): The Complete Anthology.[13]

Tracce singolo[modifica | modifica wikitesto]

WHAT 01
  1. Forming - 3:06
  2. Sex Boy - 2:15 [Live]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Bobby Pyn (Jan Paul Beahm, alias Darby Crash) – voce
  • Pat Smear (George Ruthenberg) – chitarra
  • Lorna Doom (Teresa Ryan, alias Terry Target) – basso
  • Donna Rhia (Becky Barton) – batteria

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Forming è stata reinterpretata dal gruppo melodic hardcore punk NOFX; la loro versione è stata pubblicata nella raccolta 45 or 46 Songs That Weren't Good Enough to Go on Our Other Records e nell'album tributo alla musica dei Germs A Small Circle of Friends.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Indicata come "WHAT RECORDS?" sulla copertina posteriore del singolo.
  2. ^ Mullen and Spitz (2001), p. 102.
  3. ^ Mullen and Spitz (2001), p. 104.
  4. ^ Citato da "Germs", Flipside 15 (luglio 1979), n.p. (disponibile online).
  5. ^ Savage (1992), p. 437; Mullen and Spitz (2001), pag. 102. Clinton Heylin [2007], pp. 297, 365–66, 373, 424
  6. ^ Mullen et al. (2002), p. 83.
  7. ^ "Germs and The End", Flipside 2 (October 1977), p. 14 (disponibile online).
  8. ^ a b c Mullen, Brendan, con Don Bolles & Adam Parfrey (2002). Lexicon Devil: The Fast Times and Short Life of Darby Crash and the Germs (Feral House). ISBN 0-922915-70-9
  9. ^ Mullen et al. (2002), p. 80.
  10. ^ Richardson, Ryan, It Never Ends #1, Break My Face, 4 settembre 2004. URL consultato il 24 novembre 2010.
  11. ^ Heylin (2007), p. 376.
  12. ^ a b Raggett (2002), p. 461.
  13. ^ Raggett (2002), p. 461. See also Mullen et al. (2002), p. 82.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Heylin, Clinton (2007). Babylon's Burning: From Punk to Grunge (Canongate). ISBN 1-84195-879-4
  • Leblanc, Lauraine (1999). Pretty in Punk: Girls' Gender Resistance in a Boys' Subculture (Rutgers University Press). ISBN 0-8135-2651-5
  • Mullen, Brendan, & Marc Spitz (2001). Sit on My Face, Stevie Nicks! The Germs, Darby Crash, and the Birth of SoCal Punk, Spin (May).
  • Mullen, Brendan, con Don Bolles & Adam Parfrey (2002). Lexicon Devil: The Fast Times and Short Life of Darby Crash and the Germs (Feral House). ISBN 0-922915-70-9
  • Patterson, Fred (1997). Like Everything Else in Los Angeles, It Is Now a Mini Mall, in Make the Music Go Bang!: The Early L.A. Punk Scene, ed. Don Snowden (Macmillan). ISBN 0-312-16912-4
  • Raggett, Ned (2002). Germs (M.I.A.)—The Complete Anthology, in All Music Guide to Rock: The Definitive Guide to Rock, Pop, and Soul, 3d ed., ed. Vladimir Bogdanov, Chris Woodstra, and Stephen Thomas Erlewine (Backbeat). ISBN 0-87930-653-X
  • Raha, Maria (2005). Cinderella's Big Score: Women of the Punk and Indie Underground (Seal). ISBN 1-58005-116-2
  • Savage, Jon (1992). England's Dreaming: Anarchy, Sex Pistols, Punk Rock, and Beyond (St. Martin's). ISBN 0-312-08774-8
Punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk