Fleetwood Mac (1975)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fleetwood Mac
Artista Fleetwood Mac
Tipo album Studio
Pubblicazione 1975
Dischi 1
Tracce 11 + 5
Genere Rock
Etichetta Reprise
Certificazioni
Dischi d'oro Regno Unito Regno Unito[1]
(vendite: 100 000+)
Dischi di platino Canada Canada[2]
(vendite: 100 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (5)[3]
(vendite: 5 000 000+)
Fleetwood Mac - cronologia
Album precedente
(1974)
Album successivo
(1977)

Fleetwood Mac è il decimo album del gruppo rock dei Fleetwood Mac, pubblicato nel 1975. Fu il primo a presentare la cantante Stevie Nicks ed il cantante/chitarrista Lindsey Buckingham nella band. L'album raggiunge la prima posizione nella Billboard 200, la seconda posizione in Canada, la terza in Australia e Norvegia e la quarta in Nuova Zelanda.

La rivista Rolling Stone l'ha inserito al 183º posto della sua lista dei 500 migliori album ed è entrato nella Grammy Hall of Fame Award 2016.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Monday Morning (Buckingham) – 2:48
  2. Warm Ways (C. McVie) – 3:54
  3. Blue Letter (R. Curtis, M. Curtis) – 2:41
  4. Rhiannon (Nicks) – 4:11
  5. Over My Head (C. McVie) – 3:38
  6. Crystal (Nicks) – 5:14
  7. Say You Love Me (C. McVie) – 4:11
  8. Landslide (Nicks) – 3:19
  9. World Turning (Buckingham, C. McVie) – 4:25
  10. Sugar Daddy (C. McVie) – 4:10
  11. I'm So Afraid (Buckingham) – 4:22
  1. Jam #2 (Buckingham, C. McVie, J. McVie, Fleetwood) – 5:41
  2. Say You Love Me [single version] (C. McVie) – 4:03
  3. Rhiannon (Will You Ever Win) [single version] (Nicks) – 3:48
  4. Over My Head [single version] (C. McVie) – 3:09
  5. Blue Letter [single version] (Curtis, Curtis) – 2:42

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock
  1. ^ (EN) Certified Awards, British Phonographic Industry. Digitare "Fleetwood Mac" in "Keywords", dunque premere "Search".
  2. ^ (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 15 febbraio 2016.
  3. ^ (EN) Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 15 febbraio 2016.