Flavio Cucchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Flavio Cucchi
NazionalitàItalia Italia
Periodo di attività musicale1964 – ?
Album pubblicati14

Flavio Cucchi (Revere, 1949) è un chitarrista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizia lo studio della chitarra classica all'età di 5 anni e a 8 anni tiene i primi recital a Verona, dove allora risiedeva.

Nel 1960 si trasferisce a Roma e in seguito a Firenze, dove tuttora (2009) risiede.

Dal 1964 al 1971 si dedica alla musica pop inserito in vari gruppi (vedi: Anni di Musica di Casini e De Pascale Ed. Materiali Sonori). Degno di nota è il singolo Senti questa chitarra (1968) pubblicato con I Chewing gum: un singolo che anticipa il rock psichedelico italiano[1] e il rock progressivo.

Incide un 45 giri con una sua composizione per la RCA Talent.

Collabora poi con la cantante folk Caterina Bueno incidendo 2 LP per la Fonit Cetra.

Nei primi anni '70 torna al classico, iscrivendosi al Conservatorio "Luigi Cherubini" di Firenze dove studia sotto la guida di Alvaro Company.

Durante quegli anni inizia una nuova carriera concertistica come solista e in duo con Paolo Paolini.

Dalla fine degli anni '70 si specializza nella musica contemporanea. Entra nell'"Ensemble Garbarino".

Esegue con i "Solisti del Teatro alla Scala" il Marteau sans maitre di Pierre Boulez alla Piccola Scala di Milano.

Collabora con il soprano inglese Dorothy Dorow (specialista di musica contemporanea) tenendo numerosi concerti e incidendo un LP (Ricercare)

Nel 1982 incontra Carmelo Bene, con cui tiene un recital al Palazzetto dello Sport di Milano, (Vita di Carmelo Bene - Bompiani) e incide le musiche di scena del Pinocchio. Sempre nel 1982 partecipa alla prima esecuzione mondiale della Sestina d'autunno di Goffredo Petrassi.

Nel 1986 con Paolo Paolini fonda la Guitar Symphonietta, ensemble di chitarre che verrà diretto dal compositore cubano Leo Brouwer, con cui terrà concerti in Italia e 3 trasmissioni TV per la RAI.

Negli anni '80 tiene anche numerosi recital incluso il festival dell'Avana a Cuba. invitato dallo stesso Leo Brouwer.

Al Teatro Comunale di Firenze interpreta con il baritono William Pearson (dedicatario della composizione) El Cimarron di H. W. Henze, opera che in seguito ha eseguito anche al Regio di Torino e al festival di Montepulciano.

Negli anni ' 90 incide una serie di CD (vedi discografia) con ARC Music, tiene molti concerti in America e Asia e

L'attività concertistica internazionale si intensifica negli anni 2000.

Il poeta Premio Pulitzer Yusef Komunyakaa gli dedica Ode alla chitarra e Chick Corea la serie di brani Ruminations for guitar (vedi discografia).

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Flavio Cucchi plays Chick Corea and works by Borghese, Gismonti, Clementi, Duarte (Naxos)
  • Flavio Cucchi (DVD - GMC)
  • From Dowland to Chick Corea (Guitart)
  • Guitar Favourites (Oxmedia)
  • Flavio Cucchi presents: Musica per un momento (ARC Music)
  • Flavio Cucchi presents: American portraits (ARC Music)
  • Popular works by Leo Brouwer (ARC Music)
  • Flavio Cucchi presents: Works By Castelnuovo Tedesco (ARC Music)
  • Flavio Cucchi: Crossing over (ARC music)
  • Flavio Cucchi: Italian guitar music (ARC Music)
  • Flavio Cucchi plays Barrios and Villa Lobos (ARC Music)
  • Guitar Symphonietta (Giulia Records)
  • Leo Brouwer: la obra guitarristica vol 6 (Egrem)
  • Gerhard, Villa Lobos, Britten (with Dorothy Dorow - soprano) (Ricercare)

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1979 vince il secondo premio al Michele Pittaluga International Classical Guitar Competition[2][3]

Nel 2013 il Consiglio comunale di Revere, sua città natale, gli conferisce la cittadinanza onoraria.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.musicaememoria.com/complessi_beat_info_brevi.htm
  2. ^ Michele Pittaluga - Concorso Internazionale di Chitarra Classica, su web.archive.org, 13 novembre 2014. URL consultato il 13 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 13 novembre 2014).
  3. ^ Concorso Internazionale di Chitarra Classica Michele Pittaluga - Premio Città di Alessandria, su it.readkong.com. URL consultato il 13 aprile 2021.
  4. ^ Davis Raddi, Flavio Cucchi premio Nivola e cittadinanza, in Gazzetta di Mantova, 29.06.2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN55813351 · ISNI (EN0000 0000 5553 0827 · LCCN (ENn92096700 · WorldCat Identities (ENlccn-n92096700