Flashman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Flashman
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1967
Durata89 minuti
Rapporto2,35 : 1
Generethriller, fantascienza
RegiaMino Loy, Luciano Martino (accreditati come J. Lee Donan)
SoggettoErnesto Gastaldi
SceneggiaturaErnesto Gastaldi
ProduttoreMino Loy, Luciano Martino
Casa di produzioneZenith Cinematografica
Distribuzione in italianoIndipendenti regionali
FotografiaFlorian Trenker
MontaggioEugenio Alabiso
Effetti specialiVittorio Galiano
MusicheFranco Tamponi
ScenografiaUgo Pericoli
CostumiUgo Pericoli
TruccoFranco Freda
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Flashman è un film del 1967, diretto da Mino Loy con lo pseudonimo di J. Lee Donan. È un thriller fantascientifico di produzione italiana, con protagonista un giustiziere mascherato parzialmente ispirato ai fumetti neri italiani del periodo.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il professor Philips ha inventato un siero che consente di rendersi invisibili, ma la sua invenzione viene trafugata da Kid, un gangster, che la usa per rapinare la banca d'Irlanda. Il gangster stipula un'alleanza con Alika, un'altra rapinatrice di banche, per rapire la figlia di un maharaja e ottenere un grosso riscatto. A sventare i piani dei criminali interviene Flashman, un misterioso eroe mascherato la cui identità segreta è quella del giovane lord inglese Alexei Burman, autoproclamatosi paladino della giustizia.[1]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

«Flashman, l'eroe di turno, è [...] un tipo di supereroe macho che pur richiamando i vari Batman e Santo del cinema d'oltreoceano, presenta singolari varianti prese in prestito dai fumetti neri per adulti tanto diffusi in Italia negli anni '60.»

(Fantafilm[1])

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Bruno Lattanzi e Fabio De Angelis (a cura di), Flashman, in Fantafilm. URL consultato il 17 novembre 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]