Ficus pumila

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Fico rampicante
Awkeotsang Makino Corner.JPG
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Urticales
Famiglia Moraceae
Genere Ficus
Specie F. pumila
Classificazione APG
Ordine Rosales
Famiglia Moraceae
Nomenclatura binomiale
Ficus pumila
L.

Il Ficus pumila (noto come fico rampicante) è un piccolo arbusto rampicante, sempreverde, originario dell'Asia tropicale. Ha portamento prostrato, e assurgente, utilizza le radici avventizie che si dipartono dai fusti per attaccarsi al supporto (di norma rupi o altri alberi), ha foglie cuoriformi o lanceolate, lucide e di consistenza anche molto robusta (come il cuoio). Tipico delle moracee e di sviluppare foglie di dimensioni diverse in fasi diverse di vegetazione; anche i rami portanti i frutti sono diversi da quelli della vegetazione normale, assumendo portamento verso l'alto per esporre i frutti stessi.

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

La pianta è moderatamente resistente al freddo, anche a temperature di qualche grado inferiori allo zero centigrado; per cui in zone temperate ed in siti protetti dal freddo (come su rupi o muri), tende a ricoprire e tappezzare, formando uno strato compatto, anche molto esteso. In tali condizioni la pianta può divenire invadente e dannosa, dato che può penalizzare altre vegetazioni, e le radici avventizie possono danneggiare muri poco coerenti. La moltiplicazione è molto facile ed avviene per talea o per margotta. Occorre potare regolarmente per mantenere la vegetazione di forma compatta, e delimitata.

La riproduzione per seme è impossibile in Italia. La pianta è impollinata dall'insetto specie-specifico Blastophaga pumilae (la pianta è impollinata solo ed esclusivamente da tale insetto, che vive in simbiosi con la pianta, nei paesi dove tale pianta è spontanea). I frutti della pianta pur non essendo tossici non sono commestibili (i frutti fecondati non hanno una polpa di sapore dolce, ma bensì sono pieni di una massa compatta di semi).

Una varietà di Ficus pumila (var. awkeotsang) ha i numerosissimi piccoli semi che contengono una sostanza che macinata e mescolata con acqua assume la forma di massa gelatinosa. Tale sostanza aromatizzata (tipicamente con agrumi) ed addolcita, è usata nel Sud Est asiatico per preparare dolci e gelatine commestibili.

In natura la pianta ospita una farfalla, la Marpesia petreus, le cui larve si alimentano con le foglie.

Avversità[modifica | modifica wikitesto]

Diversamente da altre specie di Ficus il F. pumilia resiste molto bene a parassiti e malattie, è però soggetta in condizioni non ottimali all'attacco di cocciniglie, afidi, acari e tripidi.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica