Ferenc Plemich

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ferenc Plemich
Plemich.jpg
Nazionalità Ungheria Ungheria
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1932 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1921-1923 Triestina ? (?)
1923-1927 Monfalconese C.N.T. ? (?)
1927-1928 Ideale 9 (1)
1928-1930 Lecce 13 (5)
1930-1931 Trani 8 (0)
1931-1932 Torres 1 (0)[1]
Carriera da allenatore
1927-1928 Ideale
1928 600px pentasection HEX-0071BC White.svg Bari
1928-1930 Lecce
1930-1931 Trani
1931-1932 Torres
1932-1934 Reggina
1934-1935 Manfredonia
1936-1937 Lecce
1937-1938 Messina
1938-1939 Pro Italia
1939-1940 Ponziana
1940-1941 Foggia
1941-1942 Lecce
1942-1943 Ponziana
1943-1945 Barletta
1945 Audace Taranto
1945-1946 Lecce
1947-1949 Bari
1949 Lecce
1949-1950 Grosseto
1950-1951 Benevento
1951-1952 Avellino
1953 Trapani
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 settembre 2014

Ferenc Plemich (Budapest, 19 novembre 1899Trieste, 5 febbraio 1989) è stato un calciatore e allenatore di calcio ungherese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ha giocato in Prima Divisione con Triestina, Ideale Bari (in cui fu contemporaneamente allenatore e giocatore), Lecce e Trani.

Negli anni di Lecce assunse il ruolo di giocatore-allenatore[2]. Nella stagione 1928-1929 conquistò la promozione in Serie B, dopo uno spareggio col Taranto e ricevette la qualifica di allenatore (fu tra i primi trenta in Italia a ricevere tale qualifica). Dopo un'esperienza al Trani dove assolse alle funzioni di giocatore e allenatore[3], nella stagione successiva si trasferì a Sassari, dove venne chiamato per allenare la Torres in Prima Divisione, sfiorando la promozione in Serie B[4]: viene considerato dai tifosi il migliore allenatore che abbia avuto la compagine sarda, con cui giocò anche la sua ultima gara da calciatore[4]. Nel corso della sua carriera allenò tra le altre Reggina, Manfredonia, Messina[5], Pro Italia Taranto[6], Ponziana Trieste[7], Foggia, Barletta, Bari[8], Grosseto[9], Benevento[10], Avellino[11] e ancora la Torres a metà degli anni '50.

È stato il primo straniero nella storia di Lecce ed è l'allenatore che ha guidato per maggior tempo il Lecce.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Lecce: 1928-1929
Lecce: 1945-1946

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Andrea Ridolfi Testori: I fratelli Plemich
  2. ^ Statistiche allenatore su Wlecce.it
  3. ^ Trani-Maceratese 2 a 0, Il Littoriale, n. 268, 10 novembre 1930.
  4. ^ a b Da Marchisio a Tamponi: gli ex torresini passati alla panchina amst1903.it
  5. ^ Indice allenatori web.tiscali.it
  6. ^ Stagione 1938-39 xoomer.virgilio.it
  7. ^ Ennio Mantella. I giocatori della Serie C e la loro nuova destinazione, da «Il Littoriale», n. 206, 28 agosto 1942, p. 2
  8. ^ Statistiche su Solobari.it
  9. ^ Almanacco illustrato del Calcio, Rizzoli Edizioni, 1950, p. 197.
  10. ^ Almanacco illustrato del Calcio, Rizzoli Edizioni, 1951, p. 197.
  11. ^ Leondino Pescatore, Avellino che storia, 100 anni da Lupi: dal niente alla serie A, 3 volumi, Lps Editore, Avellino, dicembre 2012

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]