Felix da Housecat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Felix da Housecat
Fotografia di Felix da Housecat
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Musica house
Chicago house
Musica elettronica
Techno
Big beat
Alternative dance
Synth pop
Periodo di attività 1987 – in attività

Felix Stallings Jr., noto come Felix da Housecat (Chicago, 27 agosto 1971), è un disc jockey e produttore discografico statunitense di musica house ed elettronica, considerato uno dei pionieri del sottogenere electroclash.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Da giovanissimo partecipa al secondo periodo della Chicago house. A soli quindici anni con la Roland TB-303 assieme a DJ Pierre riuscì a produrre il popolare singolo house Phantasy Girl (1987). Dopo il liceo i genitori, contrari alla sua carriera nell'ambito dei club per via delle loro origini molto cattoliche, lo costringono a frequentare l'Alabama State College. Tre anni dopo torna a Chicago per continuare la carriera di produttore. Nel 1992 produce i primi singoli: The Dawn, By Dawn Early's light e Thee Industry Made me do it. Il successo arriva nel 1995 con il singolo In the Dark We Live del progetto Aphroead.

Nel 2001 esce l'album Kittenz and Thee Gliz: il suo primo lavoro che inaugurò le sonorità electroclash e che conteneva le hit internazionali Happy Hour e Silver Screen / Shower Scene.

Nel 2003, grazie alla sua fama nell'ambito della musica elettronica, è stato scelto come testimonial per la pubblicità della Motorola.

È stato il remixer di Madonna, Pet Shop Boys, Garbage, New Order, The Chemical Brothers, Kylie Minogue e le italiane Paola e Chiara.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

2007 in Baltimore
  • Metropolis present day? Thee Album! (1995)
  • Clashbackk Compilation Mix (1997)
  • Transmissions Vol.2 (1997)
  • Kittenz and thee Glitz (2001)
  • Excursions (2002)
  • Rockettmann! (2002)
  • A Bugged Out Mix (2003)
  • Devin Dazzle & the Neon Fever (2004)
  • Playboy: the Mansion Soundtrack (2005)
  • Virgo Blaktro and the Movie Disco (2007)
  • Global Underground (2008)
  • He Was King (2009)
  • Burn The Disco (con will.i.am) (2013)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN59277482 · LCCN: (ENno2007109846 · ISNI: (EN0000 0003 6846 8614 · GND: (DE134887654 · BNF: (FRcb13976396q (data)