Federico Spoltore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Spoltore da giovane con Felicetto Giuliante, architetto di Guardiagrele

Federico Spoltore (Lanciano, 18 luglio 1902Lanciano, 15 aprile 1988) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fin dalla prima giovinezza dimostrò grande sensibilità artistica, attirando l'attenzione di artisti locali quali Basilio Cascella e Francesco Paolo Michetti. Dopo il ginnasio, frequentato nella sua città, grazie a un sussidio della Provincia si trasferì a Roma per studiare presso il Regio Istituto di Belle Arti, dove si diplomò nel 1924: frequentò anche il corso di nudo all'Accademia di Francia. Fu professore assistente di pittura presso l'Accademia di Belle Arti di Roma, ma lasciò presto l'incarico per dedicarsi interamente alla pittura.

Fu un ritrattista molto apprezzato e ricevette diverse commissioni pubbliche: in occasione della visita di Adolf Hitler in Italia, gli fu fatto realizzare un doppio ritratto del cancelliere tedesco e di Benito Mussolini; ritrasse anche numerosi membri delle famiglie reali italiana e bulgara, di Stalin, Truman, Einstein e papa Pio XI. Il suo ritratto di papa Pio XII, realizzato nel 1947, fu usato come ritratto ufficiale nell'Anno santo del 1950.

Dopo gli anni cinquanta il suo interesse si spostò verso l'arte astratta e simbolica, anche se non abbandonò mai l'arte figurativa.

Morì a Lanciano nel 1988.

Museo casa natale di Federico Spoltore[modifica | modifica wikitesto]

La sua casa, sita di fronte alla chiesa di Chiesa di Santa Maria Maggiore, è stata trasformata in museo.

La casa è un palazzo settecentesco ricavato da un'abitazione del Cinquecento. Una torre sovrasta il palazzo con finestra medievale. Al portale vi è una targa in marmo.

Il museo è accessibile per prenotazioni.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN45162870 · LCCN: (ENnr00032637 · GND: (DE121661024 · ULAN: (EN500338851 · BAV: ADV11611817