Federico Augusto II di Sassonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'Elettore di Sassonia Federico Augusto II (1696-1763), poi re di Polonia, vedi Augusto III di Polonia.
Federico Augusto II di Sassonia
Friedrich August II of Saxony.jpg
Federico Augusto II di Sassonia in un ritratto di Carl Christian Vogel von Vogelstein
Re di Sassonia
Stemma
In carica 6 giugno 1836 –
9 agosto 1854
Predecessore Antonio I
Successore Giovanni I
Nome completo in tedesco: Friedrich August Albrecht Maria Clemens Joseph Vincenz Aloys Nepomuk Johann Baptista Nikolaus Raphael Peter Xavier Franz de Paula Venantius Felix
Trattamento Sua Maestà
Nascita Pillnitz, Dresda, 18 maggio 1797
Morte Karrösten, 9 agosto 1854
Luogo di sepoltura Cattedrale della Santissima Trinità, Dresda
Casa reale Wettin
Padre Massimiliano di Sassonia
Madre Carolina Maria di Borbone-Parma
Coniugi Maria Carolina d'Asburgo-Lorena
Maria Anna di Baviera
Religione Cattolicesimo

Federico Augusto II di Sassonia (nome completo: Federico Augusto Alberto Maria Clemente Giuseppe Vincenzo Luigi Nepomuceno Giovanni Battista Nicolao Raffaele Pietro Saverio Francesco di Paola Venanzio; Pillnitz, 18 maggio 1797Karrösten, 9 agosto 1854) fu re di Sassonia dal 1836 al 1854.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giovinezza[modifica | modifica wikitesto]

Statua di Federico Augusto II di Sassonia a Dresda

Figlio del principe Massimiliano di Sassonia e di Carolina di Borbone-Parma, figlia di Ferdinando di Borbone, duca di Parma, apparteneva alla casata di Wettin. Suo padre era l'unico figlio dell'elettore Federico Cristiano di Sassonia che avesse avuto eredi sopravvissuti. Quando il re Federico Augusto I morì nel 1827 e suo fratello Antonio gli succedette al trono, Federico Augusto divenne il secondo in linea di successione dopo suo padre Massimiliano.

Fu ufficiale durante le guerre della sesta coalizione antinapolenica, pur avendo sempre avuto poco interesse nelle materie militari.

Co-reggente del regno[modifica | modifica wikitesto]

La Rivoluzione di Luglio del 1830 fu il prodromo di alcuni disordini in Sassonia nell'autunno dello stesso anno; il popolo chiedeva che la costituzione venisse cambiata e chiedeva un giovane reggente per il regno, affinché condividesse il governo con il re Antonio. Il 1º settembre il principe Massimiliano di Sassonia rinunciò ai suoi diritti di successione in favore di suo figlio Federico Augusto, secondo nella linea di successione al re Antonio; Federico Augusto fu proclamato Principe Co-reggente di Sassonia. Il 2 febbraio 1832 concesse libera autonomia alla città.

Re di Sassonia[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 giugno 1836 morì il re Antonio di Sassonia e Federico Augusto II gli succedette al trono. In quello stesso anno realizzò un codice legislativo che sancisse i diversi reati riconosciuti come tali nel regno e le sanzioni minime e massime applicabili. Durante i moti del 1848 nominò ministri liberali, abolì la censura ed istituì una legge elettorale d'impronta liberale. Tuttavia, dall'aprile del 1848 cambiò atteggiamento ed il 28 dello stesso mese sciolse il Parlamento.

Nel 1849 il regno di Sassonia fu interessato dai moti di ribellione che percorrevano gli Stati tedeschi, costringendo il sovrano a fuggire da Dresda, la capitale, verso la fortezza di Königstein. La cosiddetta "rivoluzione di maggio", cui presero parte anche Michail Bakunin e Richard Wagner, che all'epoca era Kapellmeister presso la corte di Federico Augusto, fu soffocata dalle truppe sassoni e prussiane e Federico poté tornare a Dresda dopo pochi giorni.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Morì l'8 agosto 1854, durante un viaggio in Tirolo, a seguito di un incidente a cavallo; non avendo avuto figli, gli successe il fratello, Giovanni di Sassonia.

Matrimoni e figli[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 settembre 1819, Federico Augusto II sposò Maria Carolina Ferdinanda d'Asburgo-Lorena, figlia dell'imperatore Francesco I d'Austria. Rimasto vedovo senza figli nel 1832, si risposò con la principessa Maria Anna Leopoldina di Baviera il 24 aprile 1833, ma neppure da lei ebbe figli.

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Augusto III di Polonia Augusto il Forte  
 
Cristiana Eberardina di Brandeburgo-Bayreuth  
Federico Cristiano, Elettore di Sassonia  
Arciduchessa Maria Giuseppa d'Austria Giuseppe I, Sacro Romano Imperatore  
 
Guglielmina Amalia di Brunswick-Lüneburg  
Massimiliano, Principe Ereditario di Sassonia  
Carlo VII, Sacro Romano Imperatore Massimiliano II Emanuele, Elettore di Baviera  
 
Teresa Cunegonda Sobieska di Polonia  
Duchessa Maria Antonia di Baviera  
Arciduchessa Maria Amalia d'Austria Giuseppe I, Sacro Romano Imperatore  
 
Guglielmina Amalia di Brunswick-Lüneburg  
Federico Augusto II di Sassonia  
Filippo I, Duca di Parma Filippo V di Spagna  
 
Elisabetta Farnese  
Ferdinando I, Duca di Parma  
Luisa Elisabetta di Francia Luigi XV di Francia  
 
Maria Leszczyńska  
Principessa Carolina di Parma  
Francesco I, Sacro Romano Imperatore Leopoldo, Duca di Lorena  
 
Elisabetta Carlotta d'Orléans  
Arciduchessa Maria Amalia d'Austria  
Maria Teresa d'Austria Carlo VI, Sacro Romano Imperatore  
 
Elisabetta Cristina di Brunswick-Wolfenbüttel  
 

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze sassoni[modifica | modifica wikitesto]

Gran Maestro dell'Ordine della Corona Fiorata - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine della Corona Fiorata
Gran Maestro dell'Ordine Militare di Sant'Enrico - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine Militare di Sant'Enrico
Gran Maestro dell'Ordine Reale di Alberto di Sassonia - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine Reale di Alberto di Sassonia
Gran Maestro dell'Ordine Civile di Sassonia - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine Civile di Sassonia

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (austriaco) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (austriaco)
Cavaliere dell'Ordine imperiale di Sant'Andrea (Impero russo) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine imperiale di Sant'Andrea (Impero russo)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Re di Sassonia Successore Coat of arms of Saxony.svg
Antonio 1836-1854 Giovanni
Controllo di autoritàVIAF (EN40177070 · ISNI (EN0000 0000 5538 2297 · LCCN (ENno89010225 · GND (DE118917218 · BAV (EN495/76290 · CERL cnp00402052 · WorldCat Identities (ENlccn-no89010225