Fantastica Moana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fantastica Moana
Fantastica Moana.JPG
Una scena del film
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1987
Durata70 minuti
Generepornografico
RegiaRiccardo Schicchi
FotografiaFrank De Niro
MontaggioPietro Uccelli
MusicheJay Horus
Interpreti e personaggi

Fantastica Moana è un film del 1987 diretto da Riccardo Schicchi e segna il debutto ufficiale di Moana Pozzi nel mondo dell'hard core.

L'anno precedente la Pozzi aveva raggiunto una certa notorietà con il processo per lo spettacolo Curve deliziose, dove le protagoniste femminili, Moana Pozzi, Cicciolina, Ramba, Cornelia Oltean e il loro manager Schicchi, insieme addirittura al tecnico delle luci furono denunciati per atti osceni e denunciati per la violazione dell'articolo 528 del codice penale italiano.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Moana è bella e famosa ma perseguitata: un ammiratore (Gabriel Pontello) esercita una strana forza su di lei, infatti dopo averla vista su un cartellone inizia a fantasticare e a vederla in ogni donna bionda e scollacciata. Varie le scene di sesso tra lo spasimante ossessionato e le malcapitante biondone, nelle quali nei fotogrammi del film si sovrappone sempre Moana, come immagine perentoria e inevitabile dell'amplesso selvaggio e protagonista assoluta delle fantasie del fan. Tutto questo si ripercuote su Moana facendola agitare e provando piacere e orgasmo ad ogni fantasia e momento di eccitazione del suo ammiratore, tale che, in ogni luogo ove la pornostar si possa trovare, prova un senso di possessione nel vuoto, come se ci fosse effettivamente un qualcuno. La soluzione del suo manager Cristoph Clark e del suo staff (composto da un esordiente Rocco Siffredi) è semplice: attirare il fantomatico fan ad uno spettacolo della sua attrice preferita e costringerlo ad un'inevitabile orgia di gruppo, per esorcizzare il suo fantasma. Il film si conclude con scene di sesso di gruppo, che si concludono con l'eiaculazione dei protagonisti maschili su Moana Pozzi.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]