Falcon Entertainment

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Falcon Entertainment
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Tipo società privata
Fondazione 1971 a San Francisco
Fondata da Chuck Holmes
Sede principale San Francisco
Settore Pornografia gay
Prodotti Film, giochi erotici
Sito web www.falconstudios.com

Falcon Entertainment (nota anche come Falcon Studios) è un casa di produzione cinematografica statunitense che produce e distribuisce film pornografici gay, fondata nel 1971 da Chuck Holmes.[1]

Panoramica[modifica | modifica sorgente]

La Falcon è diventata negli anni uno dei marchi più noti e riconoscibili della pornografia gay, al pari di altre società come Hot House Entertainment e COLT Studio.

Negli anni la Falcon ha prodotto e rilasciato oltre 400 film, sotto diversi marchi, tutti compresi nella The Falcon Family of Companies:

  • Falcon Studios: marchio principale del gruppo.
  • Jocks Studios: si concentra su giovani modelli
  • Mustang Studios: incentrato su modelli più maturi
  • Falcon International Collection: realizza film in Europa con attori dell'Europa dell'Est.
  • Alone With Series: realizza interviste con modelli intenti a masturbarsi da soli, invece di avere rapporti sessuali con altri partner.

Oltre alla produzione di film, la Falcon opera anche su internet, sul suo sito web è possibile acquistare DVD e giochi erotici. Sono disponibili dimostrazioni sessuali tramite live webcast, per un membri registrati nell'area chiamata Falcon TV. Inoltre sono in vendita i dildi modellati sulle reali fattezze dei peni dei modelli della Falcon.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Prima del 2004, The Falcon Family of Companies è stata di proprietà della società madre Conwest Resources Inc. La Conwest è stata a sua volta di proprietà della Charles M. Holmes Foundation, una fondazione nata a Portland, in Oregon.[2] La fondazione supporta un'ampia gamma di organizzazioni, compresi vari gruppi atti a proteggere e far valere i diritti della comunità LGBT, le organizzazioni, inoltre forniscono sostegno alle persone che vivono con HIV e AIDS.

Nel 2004 la gestione dello studio è stata acquisita da Falcon Conwest attraverso 3Media Corp, una società che è stata formata da dirigenti Falcon, Terry Mahaffey e Todd Montgomery. L'operazione è stata realizzata al fine di separare le attività da Charles M. Holmes Foundation, che continua a funzionare come una organizzazione no-profit.[3]

Terry Mahaffey è deceduto il 31 ottobre 2005, mentre Todd Montgomery ha lasciato la Falcon il 22 maggio 2008. Attualmente il rpresidente e amministratore delegato dello studio è Steve Johnson.

Nel dicembre 2010 i Falcon Studios vengono acquistati dall'Adult Entertainment Broadcast Network (AEBN), una società specializzata nella distruzione attraverso internet di video per adulti in streaming e on demand. Falcon Studios viene fusa con i Raging Stallion Studios, ed assieme a Naked Sword e a Gunzblazing Affiliate Program danno vita ad una nuova divisione gay della AEBN. La fusione tra le due case di produzione è nata con l'intento di dar vita ad un colosso produttivo della pornografia gay, in grado di realizzare oltre 60 film all'anno. Nonostante la fusione i marchi e brand commerciali delle due società restano divisi, permettendo ai loro attori in esclusiva di interscambiarsi e lavorare nello stesso film.[4][5]

Registi che lavorano per la Falcon[modifica | modifica sorgente]

Attori pornografici[modifica | modifica sorgente]





Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Chuck Holmes founder of Falcon Studios, adultvideonews.com. URL consultato il 13 settembre 2008.
  2. ^ (EN) Falcon Purchased by 3Media Corp., xbiz.com. URL consultato il 13 settembre 2008.
  3. ^ (EN) Falcon Purchased by 3Media Corp., xbiz.com. URL consultato il 13 settembre 2008.
  4. ^ (EN) VOD Giant AEBN Acquires Falcon Studios, Merges with Raging Stallion, business.avn.com. URL consultato il 2 ottobre 2011.
  5. ^ (EN) Falcon Studios, Raging Stallion Merge Under AEBN Umbrella, ynot.com. URL consultato il 2 ottobre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]