Fabrizio Cruciani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Fabrizio Cruciani (1942Roma, 31 agosto 1992) è stato un accademicostorico e critico teatrale italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è laureato con Giovanni Macchia alla Sapienza, studioso di storia del teatro, docente dal 1971 al DAMS di Bologna, membro del direttivo dell'ISTA[1] diretta da Eugenio Barba e cofondatore nel 1986 della rivista "Teatro e Storia"[2] e redattore di altre riviste come "Quaderni di teatro" e "Biblioteca teatrale". Animatore di manifestazioni teatrali, tra le quali il "Festival di Sant'Arcangelo"[3]. Dirigeva una collana di teatro per l'editrice La casa Usher e i quaderni del Centro per la sperimentazione e la ricerca teatrale di Pontedera.

Tra i suoi studi più importanti, in diverse ristampe, Civiltà teatrale nel XX secolo e Lo spazio del teatro.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • cura di Il Teatro del Campidoglio e le feste romane del 1513, Il polifilo, Milano 1968
  • Jacques Copeau. Studio di una poetica, Bulzoni, Roma 1969
  • Il teatro a Roma nel Rinascimento, Bulzoni, Roma 1969
  • Jacques Copeau, o Le aporie del teatro moderno, Bulzoni, Roma 1971
  • prefazione a Asja Lacis, Professione: rivoluzionaria, con un saggio di Eugenia Casini-Ropa, Feltrinelli, Milano 1976
  • cura di L'invenzione del teatro. Studi sullo spettacolo del Cinquecento, numero monografico di "Biblioteca teatrale", 15/16, 1976
  • introduzione a Platon Keržencev, Il teatro creativo, Bulzoni, Roma 1979
  • Parlare di teatro, ovvero il teatro non è il teatro, in Erminia Artese (a cura di), Il teatro italiano oggi, Lerici, Roma 1980
  • cura di La cultura materiale del teatro, numero monografico di "Quaderni di teatro", 10, 1980
  • introduzione (con Ferdinando Taviani) a Konstantin Stanislavskij, L'attore creativo, a cura di Fabrizio Cruciani e Clelia Falletti, La casa Usher, Firenze 1980; poi come Lezioni al teatro Bol'soj, a cura di Fabrizio Cruciani e Clelia Falletti, Audino, Roma 2004 ISBN 88-7527-149-6
  • (con Dario Borzacchini), L'uomo, i teatro, il paesaggio, in Paesaggio, immagine e realtà, Electa, Milano 1981
  • Teatro nel Rinascimento. Roma 1450-1550, Roma 1983 - Premio Pirandello
  • Teatri di disturbo e teatri di liturgia, in "Quaderni di teatro", 19, 1983
  • Processo creativo, in Nicola Savarese (a cura di), Anatomia del teatro, La casa Usher, Firenze 1983
  • Unità e molteplicità delle arti dello spettacolo, in Enciclopedia Europea, vol. XII, Garzanti, Milano 1984
  • Storia e storiogragia del teatro: saggio bibliografico, in "Quaderni di teatro", 1, 1984
  • Teatro nel Novecento. Registi pedagoghi e comunità teatrali del XX secolo, Sansoni, Firenze 1985
  • introduzione (con Ferdinando Taviani) a Glynne Wickham, Storia del teatro, Il Mulino, Bologna 1985
  • presentazione di Charles Dullin, La ricerca degli dei. Pedagogia di attore e professione di teatro, a cura di Daniele Seragnoli, La casa Usher, Firenze 1986
  • cura (con Clelia Falletti) di Civiltà teatrale nel XX secolo, Il Mulino, Bologna 1986 ISBN 88-15-01152-8
  • (con Daniele Seragnoli), Il teatro italiano nel Rinascimento, Il Mulino, Bologna 1987 ISBN 88-15-01435-7
  • presenzazione e cura di Pierre Francastel, Guardare il teatro, Il Mulino, Bologna 1987
  • contributi in Letteratura e conoscenza. Storia e antologia della letteratura italiana, a cura di Riccardo Scrivano, 3 voll., D'Anna, Messina-Firenze 1988
  • (con Nicola Savarese), Guide bibliografiche. Teatro, Garzanti, Milano 1991
  • (con Clelia Falletti) Promemoria del teatro di strada, Teatro Telaio, Brescia-Bergamo 1992
  • Lo spazio del teatro, Laterza, Bari-Roma, 1992 ISBN 978-88-420-3972-3
  • Registi, pedagoghi e comunità teatrali del Novecento (e scritti inediti), nuova ed. ampliata, premessa di Claudio Meldolesi, E & A, Roma 1995 ISBN 88-89-03638-9
  • Esempi occidentali in Eugenio Barba e Nicola Savarese (a cura di), L'arte segreta dell'attore, Argo, Lecce 1996

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN52861207 · ISNI: (EN0000 0001 0901 6664 · LCCN: (ENn84222454 · GND: (DE13287069X · BNF: (FRcb12035749j (data) · BAV: ADV10235231