FA Cup 1872-1873

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
FA Cup 1872-1873
Competizione FA Cup
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore FA
Date dal 19 ottobre 1872
al 29 marzo 1873
Luogo Inghilterra Inghilterra
Partecipanti 16
Risultati
Vincitore Wanderers
(2º titolo)
Secondo Oxford University
Statistiche
Incontri disputati 14
Gol segnati 33 (2,36 per incontro)
Pubblico 16 811
(1 201 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1871-1872 1873-1874 Right arrow.svg

La Football Association Challenge Cup 1872-1873 è stata la seconda edizione della FA Cup. Sedici squadre parteciparono alla competizione, una in più della stagione passata, anche se due non giocarono praticamente mai. Nel conservare il principio di "sfida", ai campioni uscenti dei Wanderers fu accordato il permesso di giocare direttamente la finale, mettendo il palio il proprio titolo, e di scegliere il terreno di gioco. Questa fu la prima e l'ultima volta che tali privilegi furono concessi ai campioni uscenti. Memori dei problemi dell'anno precedente, al Queen's Park fu dato il permesso di giocare direttamente le semifinali, per diminuire i viaggi che la squadra doveva compiere dalla Scozia, ma alla fine gli scozzesi si ritirarono lo stesso prima della gara contro lo Oxford University, che si ritrovò il cammino spianato per la finalissima.

Calendario della competizione[modifica | modifica wikitesto]

Turni Date Partite disputate Club Nuove partecipanti
Primo turno 19/26 ottobre 1872 7 (6 giocate) 15→8 -
Secondo turno 23 novembre 1872 3 8→5 -
Terzo turno 9/21 dicembre 1872 2 5→3 -
Quarto turno 3 febbraio 1873 1 3→2 -
Semifinali -[1] 0[1] 2→1 -
Finale 29 marzo 1873 1 2→1 1

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Barnes 0-1 South Norwood
Maidenhead 1-0 Marlow
Clapham Rovers nd[2] Hitchin
Reigate Priory 2-4 Windsor Home Park
Civil Service 0-3 Royal Engineers
Upton Park 0-2 1st Surrey Rifles
Cystal Palace 2-3 Oxford University
Queen's Park bye[3]

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Clapham Rovers 0-3 Oxford University
1st Surrey Rifles 0-3 Maidenhead
South Norwood nv[4] Windsor Home Park
Royal Engineers bye[5]
Queen's Park bye[3]

Replay[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Windsor Home Park 3-0 South Norwood

Terzo turno[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Windsor Home Park 0-1 Maidenhead
Oxford University 1-0 Royal Engineers
Queen's Park bye[3]

Quarto turno[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Oxford University 4-0 Maidenhead
Queen's Park bye[3]

Semifinale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Oxford University nd[6] Queen's Park

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Dato che il match fu programmato lo stesso giorno dell'annuale regata Oxford-Cambridge, fu deciso di giocare di mattina, in modo tale da permettere agli spettatori di assistere a entrambi gli eventi sportivi[7]. Entrambe le squadre contavano fra gli indisponibili le loro stelle. Il portiere titolare dell'Oxford University, Charles Nepean, era fuori causa, così come quattro dei titolari dei Wanderers, fra cui Thomas Hooman, William Crake e Albert Thompson, che erano parte della squadra che aveva vinto il trofeo l'anno precedente[8]. Si è già detto come i Wanderers, in quanto campioni in carica, ebbero il privilegio di stabilire il terreno di gioco; non possedendo un campo tutto proprio, si decise per il Lillie Bridge a West Brompton, Londra.

Oxford dominò le prime fasi del match grazie soprattutto alla gran corsa di Arnold Kirke-Smith. Il quotidiano The Sportsman scrisse[8]:

(EN)

« The whole eleven worked well together and with great energy. »

(IT)

« Gli undici hanno lavorato bene insieme e con grande energia. »

(The Sportsman)

Ciononostante, i Wanderers andarono vicini al vantaggio con William Kenyon-Slaney, che segnò, ma si vide annullare il gol per aver violato la regola del fuorigioco[8]. Dopo 27 minuti, il capitano dei Wanderers, Arthur Kinnaird, che verrà poi proclamato il miglior giocatore del match grazie alle sue incredibili abilità nel dribbling, prese per mano i suoi, superando i difensori avversari e spedendo la palla all'incrocio dei pali. In un disperato tentativo di pareggiare, l'Oxford University fece la bizzarra mossa di fare a meno del portiere, schierando Andrew Leach, che sino ad allora aveva ricoperto quel ruolo, come attaccante[8]. La decisione si rivoltò contro l'Oxford all'80º minuto, quando Charles Wollaston passò oltre le maglie della difesa avversaria e mise la palla nella porta orfana del suo portiere. I Wanderers, così, riconquistarono il trofeo che avevano già vinto nell'edizione precedente[9]. Il giornale The Field scriverà che il tiro del secondo gol sarebbe stato facilmente fermato se, in porta, ci fosse stato qualcuno[8].

[[Londra[8]]]
29 marzo 1873, ore 11:30 (CEST)
Rosso Arancione e Rosso.png Wanderers F.C. 2 – 0 Oxford University Blu e Bianco2.png Lillie Bridge (3.000[8] spett.)
Arbitro Inghilterra Stair[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b La partita non si disputò per il ritiro del Queen's Park.
  2. ^ La partita non si disputò per il ritiro dell'Hitchin.
  3. ^ a b c d Per motivi logistici legati ai costosi trasferimenti della squadra da Glasgow in Inghilterra, al Queen's Park fu concesso il passaggio del turno senza giocare.
  4. ^ La partita, non valida, era finita sull'1-0 per i padroni di casa.
  5. ^ Ai Royal Engineers fu consentito il passaggio del turno senza dover giocare.
  6. ^ La partita non fu disputata per il ritiro del Queen's Park, che spianò la strada per la finale all'Oxford University.
  7. ^ Tony Matthews, Football Firsts, Capella, 2006, p. 86, ISBN 1-84193-451-8.
  8. ^ a b c d e f g h Warsop, p.41
  9. ^ Philip Gibbons, Association Football in Victorian England - A History of the Game from 1863 to 1900, Upfront Publishing, 2001, pp. 38–39, ISBN 1-84426-035-6.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio