Evinrude Outboard Motors

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Evinrude" rimanda qui. Se stai cercando il film del 1914, vedi Evinrude (film).
Evinrude Outboard Motors
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 1907 a Milwaukee, Wisconsin
Fondata da Ole Evinrude
Chiusura 1936 fusione in Outboard Marine Corporation
Sede principale Milwaukee, Wisconsin
Gruppo Bombardier Recreational Products
Settore motori marini
Prodotti fuoribordo
Sito web

La Evinrude Outboard Motors è un'azienda americana che produce motori fuoribordo. Fondata da Ole Evinrude nel 1907. Ha fatto parte con la Johnson del gruppo Outboard Marine Corporation (OMC) fino a quando i marchi sono stati rilevati dalla Bombardier Recreational Products, del gruppo canadese Bombardier.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Evinrude 70 HP del 1979 aperto senza silenziatore

Ole Evinrude nacque a Gjøvik in Norvegia il 19 aprile 1877; cinque anni dopo la famiglia emigrò negli USA, vicino a Cambridge (Wisconsin). Appassionato di meccanica divenne apprendista a 16 anni. Come molti fu interessato ai nuovi, per l'epoca, sviluppi nella meccanica dei motori a combustione interna.

Mentre Evinrude si concentrava sulla meccanica, l'aspetto tecnico della società, la parte amministrativa venne affidata alla sua assistente, Bessie Cary. La storia della invenzione del motore fuoribordo Evinrude gira attorno all'evento di loro due ad un picnic sul Okauchee Lake, ad ovest di Milwaukee. Cary espresse il desiderio di un gelato e Evinrude si recò verso la riva per prenderlo. Il gelato si sciolse per il tempo trascorso nel viaggio di ritorno e ispirato dal fatto pensò di sviluppare una propulsione veloce per la barca.

Cary e Evinrude si sposarono nel 1906. Nel 1907, Evinrude fondò Evinrude Motors a Milwaukee (Wisconsin). La società sviluppò il primo motore fuoribordo, monocilindrico, 1,5 hp (1,1 kW) model, che divenne un successo dal 1909.[1]

La salute precaria di Cary portò Evinrude a vendere la società nel 1913, e Ole si accordò di non rientrare nel business dei motori per cinque anni. La mente inventiva però non smise di pensare e disegnò un bicilicndrico. Nel 1921 lui e Bessie formarono la ELTO Outboard Motor Company (ELTO, acronimo di Evinrude's Light Twin Outboard). La società nuova si fuse nel 1929 con Evinrude company, prendendo il nome di Outboard Marine Corporation e Lockwood Motor Company, con Evinrude presidente.

Bessie, che si ritirò nel 1928 per ragioni di salute, morì nel 1933 a Milwaukee. Ole Evinrude morì l'anno seguente nel luglio il giorno 12 a Milwaukee, e la società venne guidata dal figlio Ralph. Nel 1936 la Evinrude company si fuse con Johnson Motor Company formando al Outboard Marine Corporation. Durante la seconda guerra mondiale la società produsse vari motori per uso militare.

Negli anni '30 e '40, il motore Evinrude 4-60 venne usato per il Midget car racing. Questo 59,4 cu in (973 cc)[2] raffreddato ad acqua a cilindri orizzonatli contrapposti veniva alimentato da 82% metanolo, 10% toluene o benzene, e 8% olio di ricino (disponibile in 5 US gal (19 l; 4,2 imp gal)), più piombo tetraetile.[2] A 8.000 g/min produceva 80 hp (60 kW), quasi 1 HP per pound (1.7 kW/kg).[2]

OMC viene dichiarata fallita nel 2000 e acquisita da Bombardier Recreational Products, continuando a usare il marchio Evinrude. Il nome Evinrude continua ad esistere oltre che sui motori nautici anche con il premio Ole Evinrude Award, dato annualmente al New York Boat Show.

Prodotti[modifica | modifica wikitesto]

Un'imbarcazione con fuoribordo Evinrude

Evinrude outboards produce motori due tempi da 25 hp (19 kW) a 3.4L V6 300 hp. Usarono carburatori fino agli anni'90, poi dopo le regole EPA Clean air iniziarono ad introdurre con la tedesca FICHT la iniezione diretta. La durabilità dei motori fu compromessa e la società soffrì di questa perdita di reputazione. Seguì la concorrenza di motori giapponesi e della Mercury. La società fallì successivamente.[3]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1977 Disney nel film The Rescuers chiamò la libellula che fece da propulsione alla barca di soccorso, Evinrude.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "The Outboard Motor Turns 100", boatingmag.com
  2. ^ a b c Circle Track Magazine, 9/84, p.77.
  3. ^ U.S. Environmental Protection Agency, Clean Air Act Advisory Committee. (2004) Retrieved November 1, 2010. Retrieved from http://www.epa.gov/air/cleanairawards/winners-2004.html.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]