Esad Ribić

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Esad T. Ribić

Esad T. Ribić (Zagabria, 10 novembre 1972) è un fumettista croato. Noto principalmente per i suoi lavori per la Marvel Comics, tra i quali le miniserie Loki, Silver Surfer: Requiem e Sub-Mariner: Abissi e le serie regolari di Thor e X-Men.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò la sua carriera negli anni novanta, disegnando strisce e illustrazioni per alcune riviste croate e tedesche. Viene poi ingaggiato dalla Antartic Press 1996 e dalla Vertigo nel 2000. Più tardi, nello stesso anno, esordisce Marvel disegnando i numeri 5 e 6 della miniserie X-Men: Figli dell'atomo, scritta da Joe Casey. Nel 2013 diviene disegnatore della testata Thor: God of Thunder scritta da Jason Aaron. Nel 2014 gli vengono affidati i disegni dell'evento Marvel Secret Wars su testi di Jonathan Hickman.

Stile di disegno[modifica | modifica wikitesto]

Ribić è conosciuto nell'ambito fumettistico per il suo stile fotorealistico e l'abilità nel disegno digitale. Tra le sue influenze artistiche ci sono Raffaello, Michelangelo, Leonardo da Vinci e Rembrandt[1].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Disegnatore[modifica | modifica wikitesto]

Antartic Press[modifica | modifica wikitesto]

  • Code Name: Scorpio nn. 1-4 (con Miljenko Horvatić, 1996–1997)
  • Shotgun Mary: "Son of the Beast" (con Miljenko Horvatić, one-shot, 1997)
  • Warrior Nun: Frenzy nn. 1-2 (con Miljenko Horvatić, 1998)

Vertigo[modifica | modifica wikitesto]

  • Strange Adventures n. 4 (con Brian Azzarello, 2000)
  • Four Horsemen nn. 1-4 (con Robert Rodi, 2000)
  • Flinch n. 12 (con Scott Cunningham, 2000)

Marvel Comics[modifica | modifica wikitesto]

Copertine[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fabio Licari, Super-Eroi: Le Grandi Saghe n.89 - Sub-Mariner: Abissi, La gazzetta dello sport/Panini Comics, 2012, p. 9.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN37171416 · ISNI (EN0000 0000 3824 7595 · BNF (FRcb14627883k (data)