Ermanno Corsi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ermanno Corsi (Carrara, 8 agosto 1939) è un giornalista e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

In tenera età si trasferisce con la famiglia a Torre del Greco (NA), dove consolida il rapporto d'amicizia con il cugino Salvatore Accardo e conosce Margherita De Gaetano, figlia del locale comandante della polizia municipale, Errico De Gaetano, dalla quale ha cinque figli. Si laurea in Lettere alla Federico II di Napoli con il massimo dei voti.

Lavora per i quotidiani "Il Tempo" e "Il Mattino". Corrispondente ed articolista de "Il Giorno", "Repubblica", "Roma" e dei periodici "Il Mondo" e "L'Europeo", è alla RAI di Napoli dal 1978 come conduttore del TGR Campania (di cui è caporedattore) e delle tribune politiche.

Ottiene il premio di saggistica di Gioi - Cilento ed il premio Calabria - Villa San Giovanni per il Meridionalismo. Nel 1994 vince il premio Amantea per la storiografia. Durante la notte vanvitelliana ottiene il premio "personaggio 2004 per la cultura".

Nel 2004 è stato nominato commendatore al merito della Repubblica Italiana dall'allora presidente Carlo Azeglio Ciampi.

È stato presidente dell'Associazione napoletana della stampa, nonché, dal 1989 al 2007, del consiglio regionale dell'Ordine dei giornalisti della Campania, di cui dal maggio 2007 è rimasto consigliere.

Produzione Letteraria[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana
Controllo di autorità VIAF: (EN61692245 · BNF: (FRcb13330653z (data)