Episodi di Squid Game

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Squid Game.

Squid Game logo.png

La prima stagione della serie televisiva Squid Game, composta da nove episodi, è stata interamente pubblicata sulla piattaforma di streaming Netflix il 17 settembre 2021.[1][2]

In Italia, è stata distribuita in lingua coreana sottotitolata in italiano.[3]

Titolo originale Titolo italiano Pubblicazione
1 무궁화 꽃이 피던 날?, Mugunghwa kkoch-i pideon nalLR Un, due, tre, stella 17 settembre 2021
2 지옥?, Ji-okLR Inferno
3 우산을 쓴 남자?, Usan-eul sseun namjaLR L'uomo con l'ombrello
4 쫄려도 편먹기?, Jjollyeodo pyeonmeokgiLR Non si abbandona la squadra
5 평등한 세상?, Pyeongdeunghan sesangLR Un mondo giusto
6 깐부?, KkanbuLR Gganbu
7 VIPS I VIP
8 프론트맨?, PeuronteumaenLR Front Man
9 운수 좋은 날?, Unsu joh-eun nalLR Un giorno fortunato

Un, due, tre, stella[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: 무궁화 꽃이 피던 날?, Mugunghwa kkoch-i pideon nalLR; lett. "Il giorno in cui fiorisce l'ibisco"
  • Diretto da: Hwang Dong-hyuk
  • Scritto da: Hwang Dong-hyuk

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Gi-hun Seon è un uomo indebitato che vive alla giornata con la madre, mentre la figlia vive con l'ex-moglie. Rientrando a casa viene avvicinato da un uomo che lo sfida a giocare a ddakji e gli dà un biglietto da visita per partecipare ad altri giochi con in palio una gran quantità di denaro. Gi-hun scopre che moglie e figlia si trasferiranno negli Stati Uniti, così si convince a chiamare il numero sul biglietto, iscrivendosi al gioco. Viene recuperato da un'auto, all'interno della quale viene narcotizzato con del gas. Si risveglia in una camerata insieme ad altre 455 persone con problemi finanziari, a ciascuno di loro è stato assegnato un numero e Gi-hun è il numero 456. Gi-hun incontra il numero 001, un uomo anziano con un tumore al cervello, e Sang-woo, un suo conoscente con la nomea di essere il più intelligente della città. I partecipanti vengono raggiunti da nove guardiani con delle tute rosa acceso e con una maschera nera con sopra un quadrato, un triangolo o un cerchio. I guardiani annunciano che si svolgeranno sei giochi con in palio 45,6 miliardi di won (circa 33 milioni di euro). I partecipanti firmano un accordo con tre clausole che impongono loro di non abbandonare i giochi, a meno di una votazione a maggioranza, e che chi rifiuta di giocare viene eliminato. Un uomo mascherato vestito di nero, che si fa chiamare Frontman, controlla lo svolgimento dell'azione da un monitor. Il primo gioco è una sorta di "Un, due, tre, stella!": chi si muove dopo la conta di un enorme robot dalle sembianze di una bambina verrà eliminato. Un giocatore sbaglia e viene ucciso con un colpo di arma da fuoco, causando il panico generale. Molti cercano invano di scappare, tanto che restano immobili solo pochi, tra cui l'anziano giocatore 001, che prende tutto come un gioco vero e sembra l'unico sereno nel parteciparvi. Gi-hun, insieme ad alcuni giocatori, riesce a superare la linea rossa, mentre quelli che non riescono ad arrivarvi allo scadere del tempo vengono uccisi. La struttura si chiude dall'alto e viene mostrata l'isola su cui si tiene il gioco.

Inferno[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: 지옥?, Ji-okLR; lett. "Inferno"
  • Diretto da: Hwang Dong-hyuk
  • Scritto da: Hwang Dong-hyuk

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Terrorizzati da quanto hanno visto e subito, alcuni dei sopravvissuti del primo gioco chiedono di andarsene. Secondo la terza clausola dell'accordo, se la maggioranza accetta di terminare i giochi tutti verranno rimandati a casa. Alla votazione è decisivo il voto del giocatore 001. Al ritorno, Gi-hun va alla polizia ma il numero del biglietto è disattivato e l'unico a credere alla sua storia è il detective Hwang Jun-ho, il cui fratello scomparso ha ricevuto la stessa carta di Gi-hun. L'organizzazione dà la possibilità ai partecipanti di riprendere a giocare e quasi tutti tornano, tra cui Gi-hun (la cui madre ha bisogno di un intervento medico), Sang-woo (che sta per essere arrestato per frode finanziaria) e i giocatori 001 (l'anziano che ha un cancro terminale al cervello), 067 (una nordcoreana che vuole liberare la madre e ricostruire una famiglia insieme al fratello minore), 199 (un pakistano che ha attaccato il suo capo per aver trattenuto gli stipendi) e 101, alias Deok-su (un gangster in fuga). Jun-ho segue segretamente Gi-hun quando viene raccolto dallo staff.

L'uomo con l'ombrello[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: 우산을 쓴 남자?, Usan-eul sseun namjaLR; lett. "L'uomo con l'ombrello"
  • Diretto da: Hwang Dong-hyuk
  • Scritto da: Hwang Dong-hyuk

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jun-ho si nasconde tra il personale mascherato, sostituendosi al Cerchio numero 29. Le guardie sono suddivise in una gerarchia: i Quadrati sono manager, i Triangoli soldati armati e i Cerchi operai. I Cerchi non possono parlare se non sotto concessione dei superiori e tutti sono obbligati ad indossare la maschera nera. I giocatori iniziano a formare delle alleanze: Gi-hun, Sang-woo, l'anziano 001 e il pakistano 199 si uniscono in gruppo, mentre il gangster Deok-su (101) riunisce la sua banda, in cui accoglie Mi-nyeo (212), che diventa la sua donna. Quella notte, Mi-nyeo chiede di andare al bagno e viene seguita da 067, che si intrufola nelle prese d'aria e osserva lo staff sciogliere dello zucchero in pentole enormi. Nel secondo gioco, i partecipanti devono scegliere uno tra quattro simboli (cerchio, triangolo, stella, ombrello) e ricevono un dalgona, una piccola cialda coreana su cui è inciso il simbolo scelto, da scontornare perfettamente con un ago. Gi-hun completa il gioco nonostante abbia la forma più difficile, un ombrello, leccando il retro della cialda per scioglierla, mentre 212 aiuta Deok-su a completare il gioco con un accendino di contrabbando. Un giocatore prende in ostaggio un Quadrato e lo costringe a rivelare il volto, vede che questi è un ragazzino e si suicida. L'uomo vestito di nero assassina la guardia con il volto scoperto che ha infranto la regola che vieta di smascherarsi. Jun-ho prende la maschera del Quadrato.

Non si abbandona la squadra[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: 쫄려도 편먹기?, Jjollyeodo pyeonmeokgiLR; lett. "Mangia bene, anche se hai paura"
  • Diretto da: Hwang Dong-hyuk
  • Scritto da: Hwang Dong-hyuk

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il giocatore 111, un medico, lavora con alcune guardie per prelevare gli organi dai giocatori morti, in cambio di informazioni sui giochi successivi. Sotto loro suggerimento, riguardo a un'imminente rissa notturna, si unisce ai giocatori più forti, la banda di Deok-su, offrendo loro quelle stesse informazioni in cambio della loro protezione. Lo staff fomenta la discordia tra i giocatori e Deok-su uccide un altro uomo, il che si traduce solo in un aumento del premio in denaro. Dopo lo spegnimento delle luci, scoppia una rivolta e numerosi giocatori vengono uccisi. La giocatrice 067 si unisce alla squadra di Gi-hun, che la protegge dalla banda di Deok-su. Quando l'anziano 001 prega tutti di fermarsi, Frontman manda i guardiani a porre fine alla rivolta. La squadra di Gi-hun si scambia i nomi: il giocatore 199 è Ali Abdul e la giocatrice 067 è Sae-byeok, mentre 001 sembra avere difficoltà a parlare e a ricordare il suo nome. Nel terzo gioco, ai giocatori viene detto di formare otto squadre di dieci persone. Sapendo che il gioco è un tiro alla fune, Deok-su sceglie uomini forti e rifiuta Mi-nyeo, che deve unirsi alla squadra di Gi-hun, più debole. Il gioco si svolge sopra una coppia di altissimi ponti: le squadre vengono scelte casualmente e chi perde cade da decine di metri d'altezza. L'anziano 001 offre dei consigli tattici alla squadra.

Un mondo giusto[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: 평등한 세상?, Pyeongdeunghan sesangLR; lett. "Un mondo uguale"
  • Diretto da: Hwang Dong-hyuk
  • Scritto da: Hwang Dong-hyuk

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La squadra di Gi-hun vince il tiro alla fune usando le strategie sia dell'anziano 001 che di Sang-woo. Aspettandosi un'altra rivolta, la squadra di Gi-hun costruisce una barricata e i compagni di squadra di Gi-hun si alternano di guardia, ma il gruppo di Deok-su non attacca. Gi-hun presta soccorso all'anziano 001, che accusa forti dolori a causa del tumore. Nel frattempo, al termine del suo turno lavorativo, il giocatore 111 chiede alle guardie dedite al traffico di organi quale sarà il quarto gioco, ma queste, per la prima volta, non lo sanno; 111 cade così nel panico e uccide una guardia e scappa inseguito dall'altra. La guardia tenta di calmare l'uomo ma viene ferita alla mano da un colpo di pistola sparato da Frontman, giunto con un gruppo di guardie. Il capo, per via del favoreggiamento dato a quel giocatore, accusa la guardia di non aver permesso ai partecipanti di giocare ad armi pari. La guardia viene dunque giustiziata da Frontman e successivamente uno dei Triangoli fa altrettanto con il medico. Frontman ordina poi una caccia all'uomo rivolta a Jun-ho, il quale, continuando le proprie indagini, ha scoperto che i giochi vengono praticati da oltre trent'anni e che suo fratello In-ho ha vinto l'edizione del 2015.

Gganbu[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: 깐부?, KkanbuLR; lett. "Gganbu"
  • Diretto da: Hwang Dong-hyuk
  • Scritto da: Hwang Dong-hyuk

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Per il quarto gioco, ai giocatori viene chiesto di formare delle coppie. Sang-woo sceglie Ali, Gi-hun il giocatore 001 e Sae-byeok la giocatrice 240, alias Ji-yeong. Poiché c'è un numero dispari di giocatori Mi-nyeo viene portata via, essendo l'unica giocatrice senza un partner per il gioco. Il gioco consiste in una partita di biglie a scelta contro il proprio partner, in cui vincerà chi riuscirà a ottenere tutte le biglie dell'altro entro mezz'ora senza usare la violenza. Sae-byeok e Ji-yeong accettano di giocare a un semplice tutto o niente ma, dopo aver parlato delle proprie vite, Ji-yeong lascia vincere Sae-byeok sostenendo come quest'ultima abbia ancora una ragione per cui vivere. Sang-woo sta invece perdendo ma inganna Ali: sostituite le biglie con dei sassolini, lo manda a cercare delle coppie contro cui giocare e si presenta a una guardia con le 20 biglie vinte, causando l'uccisione di Ali. Deok-su, dopo aver quasi perso al tradizionale gioco delle biglie, propone una variante, che vince per pura fortuna. Gi-hun perde molto tempo dopo che al giocatore 001 viene uno smarrimento perché il set gli ricorda il quartiere dove viveva con la propria famiglia; Gi-hun, approfittando della sua demenza, cerca di ingannarlo per vincere, ma 001 rivela di essersi accorto dell'inganno permettendogli comunque di vincere regalandogli l'ultima biglia. Prima di essere ucciso, 001 dice a Gi-hun che è il suo gganbu, un amico fidato, e gli rivela il nome: Oh Il-nam.

I VIP[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: VIPS
  • Diretto da: Hwang Dong-hyuk
  • Scritto da: Hwang Dong-hyuk

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I giocatori tornano al dormitorio e scoprono che Mi-nyeo è ancora viva e li sta aspettando. Il giocatore 069, che ha battuto sua moglie nel gioco delle biglie, si suicida impiccandosi. Arrivano i VIP, un gruppo di ricchi uomini con elaborate maschere d'oro raffiguranti animali, giunti sull'isola per vedere dal vivo e scommettere sullo Squid Game. Vengono accolti da Frontman a nome del presentatore, ufficialmente indisposto, in una sala opulenta con persone che svolgono il ruolo di tavolini o di semplice presenza scenica in body painting. Jun-ho si finge un cameriere mascherato e un VIP gli propone un incontro sessuale in una stanza privata: Jun-ho riesce a minacciare il VIP con una pistola e a interrogarlo sullo Squid Game, registrando col cellulare la sua confessione, poi lo stende e scappa con le informazioni sul gioco usando un kit da sub. Il quinto gioco obbliga i partecipanti ad attraversare un ponte in pannelli di vetro: alcuni normali e fragili, altri temperati, più robusti e capaci di sostenere il peso di due persone. Quando Deok-su si trova in prima linea si rifiuta di muoversi; Mi-nyeo lo accusa di codardia e lo afferra, al che i due cadono insieme. Il giocatore 017 è vetraio e riesce ad individuare i pannelli giusti grazie al riflesso della luce, ma Frontman spegne le luci impossibilitandogli il trucco. Quando il tempo sta per finire, Sang-woo lo spinge, uccidendolo, per capire quale sia l'ultimo pannello di vetro temperato. Gi-hun, Sang-woo e Sae-byeok completano il gioco, dopodiché i pannelli rimasti vengono crivellati di colpi dall'alto.

Front Man[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: 프론트맨?, PeuronteumaenLR; lett. "Front Man"
  • Diretto da: Hwang Dong-hyuk
  • Scritto da: Hwang Dong-hyuk

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Come finalisti, Gi-hun, Sang-woo e Sae-byeok ricevono un cambio di vestiti e una cena elegante. La donna scopre però di essere ferita, colpita da una grossa scheggia di vetro dei pannelli del gioco precedente. Una volta terminata la cena, viene lasciato a ciascuno un coltello. Dopo che le luci si sono spente, Gi-hun chiede a Sae-byeok di fare squadra contro Sang-woo, ma la ragazza, consapevole di non riuscire a sopravvivere a causa delle ferite riportate, suggella un patto: aiutare i familiari l'uno dell'altra qualora uno dei due dovesse vincere la partita finale. Sae-byeok peggiora e Gi-hun corre a chiedere aiuto ma, quando arrivano i guardiani, è già morta: Sang-woo ha infatti colto l'occasione per tagliarle la gola un attimo dopo che Gi-hun si era allontanato. Jun-ho arriva su un'altra isola e prova invano a chiedere aiuto al suo capo con il telefono. Frontman raggiunge infine il detective su un dirupo e si rivela essere suo fratello In-ho; quando il detective rifiuta di venire via con suo fratello, questi gli spara e il detective cade in mare.

Un giorno fortunato[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: 운수 좋은 날?, Unsu joh-eun nalLR; lett. "Giorno fortunato"
  • Diretto da: Hwang Dong-hyuk
  • Scritto da: Hwang Dong-hyuk

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il sesto e ultimo gioco è il Gioco del calamaro, in cui Gi-hun deve attaccare per raggiungere l'area dentro la testa del calamaro, mentre Sang-woo deve difendersi e spingere l'avversario fuori dal campo. Gi-hun batte Sang-woo, però si rifiuta di completare il gioco e invoca la terza clausola per porvi fine, ma Sang-woo si autoinfligge una pugnalata al collo e chiede a Gi-hun di usare il premio in denaro per aiutare sua madre. Gi-hun torna così a casa con i soldi, ma trova la propria madre morta.

Un anno dopo, ancora traumatizzato dall'esperienza, vive in totale povertà, non avendo speso neanche un centesimo del premio vinto. Una notte riceve un invito dal suo ggambu presso un grattacielo cittadino, dove trova il giocatore 001, Oh Il-nam, ancora vivo ma ormai in fase terminale. Il-nam svela di essere la mente dietro l'operazione del gioco, creato per intrattenere i super ricchi annoiati come lui. I giochi sono basati sui suoi ricordi d'infanzia e ha deciso di parteciparvi di persona per nostalgia. Il-nam chiede a Gi-hun di giocare un'ultima partita con lui per verificare se alle persone è rimasto un briciolo di umanità: Gi-hun vincerà se qualcuno aiuterà un ubriaco per strada prima di mezzanotte; proprio sullo scadere dell'ora interviene la polizia, ma Il-nam muore al rintocco.

Gi-hun mantiene le sue promesse: fa uscire dall'orfanotrofio il fratello di Sae-byeok e lo affida alla madre di Sang-woo lasciandole una valigia piena di soldi. È quindi in procinto di lasciare il paese per ricongiungersi alla figlia, ma sulla strada vede qualcuno che gioca a ddakji mentre sta per essere reclutato dalla stessa persona che lo aveva invitato un anno prima: il protagonista prende la carta dell'uomo e chiama il numero, dichiarando di essere determinato a scoprire chi altri si cela dietro il sistema dei giochi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Squid Game e gli altri film e serie orientali a tema survival game da non perdere, in Wired, 20 settembre 2021. URL consultato il 26 settembre 2021.
  2. ^ (EN) Squid Game invites you to deadly childhood games on September 17, in Netflix, 10 agosto 2021. URL consultato il 26 settembre 2021.
  3. ^ Ernesto Assante, 'Squid Game', il futuro delle serie tv parla coreano, in la Repubblica, 7 ottobre 2021. URL consultato l'11 ottobre 2021.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione