Enzo Lunari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Enzo Lunari (Milano, 2 gennaio 1937) è un fumettista italiano.

Sposato con due figli, già da piccolo ha dimostrato propensione per il disegno; laureato in scienze politiche all'Università di Pavia,[1] decide di perseguire la sua passione, il fumetto, collaborando con la rivista linus sin dai primi numeri[2] lavorando contemporaneamente per una casa editrice, attività questa che abbandonò ben presto.[1] Noto per alcuni personaggi quali Girighiz satirica striscia a fumetti ambientata nella preistoria, l'ironica serie di Fra' Salmastro da Venegono, ambientata nel Medioevo italiano pubblicati negli anni '60 su linus[1] e per il personaggio di Eritreo Cazzulati, malinconico e divertente pensionato milanese creato negli anni '80 e pubblicato sulla rivista Cuore.

Nel corso della sua carriera ha collaborato con diverse riviste tra le quali Tango, Cuore, linus, La Stampa, Il Sole 24 ore, Panorama, L'Europeo, Corriere della Sera, Smemoranda. Ha realizzato le sigle animate per la trasmissione Mai dire Gol. Talvolta ha svolto il ruolo di illustratore, specialmente per testi scolastici.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA.VV., La grande avventura dei fumetti, a cura di ENDA Editoriale, Novara, De Agostini, 1990, p. 372.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN90287681 · ISNI (EN0000 0004 1963 4388 · SBN IT\ICCU\RAVV\046691