Enzo Amadori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Enzo Amadori
Enzoamadori.jpg
Enzo Amadori nel 1955
NazionalitàItalia Italia
GenereMusica leggera
Periodo di attività musicale1945 – in attività
EtichettaLa voce del padrone, Columbia, Embassy, Arlecchino
Album pubblicati3
Studio3

Enzo Amadori (Mantova, 11 novembre 1925) è un cantante, compositore e produttore discografico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Diplomato in elettronica, inizia professionalmente l'attività di cantante nel 1945; l'anno successivo vince il Giro umbro della canzone, e ottiene un contratto discografico con La voce del padrone.

Incide moltissimi dischi a 78 giri per tutto il decennio seguente, partecipando a moltissime trasmissioni radiofoniche e televisive.

Nel 1960 fonda dapprima le edizioni musicali Arlecchino e poi ad una casa discografica con lo stesso nome, entrambe con sede a Milano; continua comunque l'attività di cantante.

Tra gli artisti con cui ha lavorato come discografico ricordiamo Bruno Castiglia (il leader dei Bisonti), Luciano Fineschi, Riz Samaritano, Giancarlo Cajani, e Pino Amendola, chitarrista e leader dei Pochets, che ha rilevato l'azienda di Amadori e ne è tuttora il titolare.

Tra i suoi successi come cantante ricordiamo Attenderò, Fine di stagione e Malefica luna; come compositore ha scritto canzoni per molti artisti, tra cui ricordiamo Ragazzi e dadi per I Bisonti.

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

33 giri[modifica | modifica wikitesto]

  • 1958: Le canzoni di Sanremo (Embassy, ERO 512)
  • 1958: Le canzoni di Sanremo vol. 2 (Embassy, ERO 513)
  • 1958: Nostalgia. Canzoni di ieri (Embassy, ERO 515)
  • 1958: Canzoni d'amore (Embassy, ERO 516)
  • 1958: Enzo Amadori (Embassy, ERO 523)
  • 1958: Enzo Amadori e il suo quintetto (Embassy, ERO 524 - Diana (Panzeri – Anka) / Condannami (Testoni – Abbate – Panzuti) / Vieni in gondola (Franchini – Casiroli) / Resta cu mme (Verde – Modugno) / Buonasera (signorina) (De Rose) / Ritorna a me [Return to me] (Minno – Lombardo) / Cercavo una donna (Pallesi – Malgoni) / Fammi gli occhi dolci (Pinchi – Pizzigoni) moderato
  • 1959: Sanremo '59 (Embassy, ERO 527)
  • 1959: Le canzoni di ieri – Enzo Amadori e il suo quintetto (Embassy ERO 529) Come le rose (Lama) / Campane (Cherubini – Di Lazzaro) / Ramona (Waine) / Ferriera (Cherubini – Bixio) / Spazzacamino (Cherubini – Rusconi) / Maruska (Rulli) / La maestrina di mia figlia (Leoni – Natoli) / Valzerino di periferia (Bracchi – Casiroli)

78 giri[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

45 giri[modifica | modifica wikitesto]

45 giri pubblicati all'estero[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Autori Vari (a cura di Gino Castaldo), Il dizionario della canzone italiana, editore Armando Curcio (1990); alla voce Amadori Enzo, di Enzo Giannelli, pag. 31
  • Il Radiocorriere, 7 marzo 1954
Controllo di autoritàVIAF (EN130432963 · WorldCat Identities (EN130432963