Emilio Aguinaldo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emilio Aguinaldo
Emilio Aguinaldo (ca. 1898).jpg
Ritratto di Aguinaldo

Presidente delle Filippine
Prima Repubblica filippina
Durata mandato 1898-1901
Predecessore Nessuno
Successore Nessuno

Dati generali
Partito politico Fazione del Katipunan

Emilio Aguinaldo Famy (Cavite, 22 marzo 1869Quezon, 6 febbraio 1964) è stato un politico filippino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1869, nel 1896 Aguinaldo si pose a capo di una rivolta poi sedata contro la Spagna che portò il 2 novembre 1897 alla costituzione della prima repubblica delle Filippine, la repubblica di Biak-na-Bato.
Dopo la Guerra ispano-americana lottò contro il governo USA, che lo fece catturare e lo costrinse a giurare fedeltà agli Stati Uniti. Dopo la Seconda guerra mondiale fu processato per crimini di guerra e collaborazionismo con il Giappone; assolto dalle accuse, fu eletto al Consiglio di Stato. Scrisse La verdad sobre la revolución de las Filipinas.

Fu iniziato in Massoneria il primo gennaio 1895 nella Loggia Pilar, appartenente al Grande Oriente di Spagna, della quale divenne Maestro venerabile. Appartenne al Rito scozzese antico ed accettato e il 13 febbraio 1955 ricevette il 33º grado.[1].

Aguinaldo al cinema[modifica | modifica wikitesto]

Aguinaldo appare anche tra i personaggi di:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giordano Gamberini, Mille volti di massoni, Roma, Ed. Erasmo, 1975, p. 197.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Quezon Service Cross - nastrino per uniforme ordinaria Quezon Service Cross
— 1956

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente delle Filippine Successore Philippines flag original.png
dominio spagnolo 1898-1901 Manuel L. Quezon
Controllo di autorità VIAF: (EN55092261 · LCCN: (ENn50040351 · ISNI: (EN0000 0000 8384 1227 · GND: (DE124878237