Ekaterina Golubeva (attrice)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ekaterina Nikolaevna Golubeva (in cirillico: Екатерина Николаевна Голубева; pron. /jekatje'rina nika'lajevna 'gwolubjeva/), conosciuta anche come Katja Golubeva[1][2][3][4] o Katerina Golubeva[2][4][5][6][7][8] (Leningrado, 9 ottobre 1966Parigi, 14 agosto 2011) è stata un'attrice russa con cittadinanza francese, che fu professionalmente in attività a partire dalla metà degli anni ottanta.[1][2][4][6][7][9].

Musa di vari registi, tra cui Šarūnas Bartas e Leos Carax, dei quali fu anche compagna nella vita,[2][4][7][8][10] fu protagonista di vari film russi e francesi d'autore,[3][4][11] comparendo spesso senza veli.[3][4]

Tra i film che la videro protagonista, figurano Trys dienos (1991), Pola X (1999), Twentynine Palms (2003) e L'Intrus (2004).[1][2][3][4].[5][7][8][9][12]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Vittima della depressione,[13] Ekaterina Golubeva moriva a Parigi - probabilmente suicida[9][11] - domenica 14 agosto 2011,[1][3][6][10] a soli 44 anni.

Le sue esequie ebbero luogo sabato 20 agosto 2011.[5][6][9][13] È sepolta a Parigi, nel Cimitero del Père Lachaise.[3][4][5][6][9][13]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Rostov-papa - miniserie TV (2001)
  • Suite noire - miniserie TV (2009) - Aïcha

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN61235955 · LCCN: (ENno2003066738 · ISNI: (EN0000 0001 1935 1618 · GND: (DE139970371 · BNF: (FRcb141822206 (data)