Drive She Said

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Drive She Said
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Album-oriented rock
Rock
Periodo di attività 1988 – in attività
Album pubblicati 7
Studio 5
Live 0
Raccolte 2

I Drive She Said sono un gruppo musicale statunitense AOR fondato nel 1988 da Al Fritsch e Mark Mangold.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Mark Mangold passa gli anni '70 ed '80 come tastierista degli American Tears, dei Touch e di Michael Bolton e scrive canzoni per Michael Bolton, Fiona, Jennifer Rush e altri.

Nel 1988, sciolti i Touch, si unisce al cantante Al Fritsch e danno vita al progetto Drive She Said avvalendosi non di un gruppo stabile ma dell'ausilio di musicisti esterni al gruppo.

Ottenuto un contratto con la Music For Nations i Drive She pubblicano il loro primo omonimo album nel 1989. Fra i musicisti che accompagnano Mangold e Fritsch troviamo Aldo Nova, Bob Kulick, Kenny Aaronson, Kenny Aronoff, Tony Bruno, Fiona ecc.... Il disco, come anche i successivi propongono un AOR con tratti FM e con numerose ballad, lo stesso genere sarà proposto nei dischi successivi.

Nel 1991 i Drive She Said pubblicano Drivin' Whell sempre con l'aiuto di Tony Bruno e Aldo Nova e con, fra glia altri, Ray DeTone e Paul StJames.

Per il terzo album Mangold e Fritsch chiamano il batterista Chuck Bonfante (precedentemente con i Saraya) e Dave Santos al basso e il gruppo arriva ad avere una formazione fissa. Ne viene fuori l'album Excelerator (1992).

Pubblicato il disco i Drive She Said, che non avevano ricevuto risultati incoraggianti di vendite, si sciolgono.

Mark Mangold ricomincia la sua attività di compositore per altri musicisti, fra cui Michael Bolton e Cher.

Al Fritsch entra nel gruppo di Ace Frehley (Kiss, Frehley's comet).

Dave Santos, cambiato il nome in David, pubblicherà 2 dischi solisti ed entrerà nella band di John Fogherty.

Chuck Bonfante entrerà nei Moorning Wood e parteciperà ai dischi solisti di Mark Mangold.

Nel 1994 Mark Mangold forma i Mystic Healer insieme a Todd Googings e pubblicano l'omonimo disco. Al progetto, anche qui una formazione non fissa ma che varia ad ogni canzone, partecipano gli ex Drive She Said Al Fritsch e Chuck Bonfante olre a Bruce Kulick, Bob Kulick, Tony Bruno, Randy Jackson, Jeff Allen, Michael Bolton.

Nel 1997 la Frontiers Records pubblica l'antologia con inediti dei Drive She Said Road To Paradise e l'anno successivo Mark Mngold fa uscire il suo primo disco solista Mirror Image.

Nel 2003 Mark Mangold pubblica il suo secondo disco solista intitolato Lift e riforma i Drive She Said.

Oltre a Al Fritsch Mark Mangold chiama nei Drive She Said il batterista Jonathan Mover che in precedenza aveva suonato con Merillion, Joe Satriani, Alice Cooper, Stuart Hamm, Gtr ecc.

Dopo avere inciso Real Life i Drive She Said si sciolgono nuovamente.

Nel 2010 la Frontiers Records fa uscire una nuova raccoltdi con inediti: Dreams Will Come - The Best Of And More.

Nel 2015 Mangold e Fritsch si rimettono insieme rispolverando di nuovo il nome Drive She Said. Ne viene fuori nel 2016 l'album Pedal To The Metal.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

  • 1989 - Drive She Said (Music For Nations)
  • 1991 - Drivin' Wheel (Music For Nations)
  • 1992 - Excelerator (Music For Nations)'
  • 2003 - Real Life (Frontiers records)
  • 2016 - Pedal To The Metal (Frontiers records)

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

  • 1997 - Road to Paradise (Best of) (Frontiers recods- antologia con inediti)
  • 2010 - Dreams Will Come - The Best Of and More

Discografia Mark Mangold solista[modifica | modifica wikitesto]

Mirror Image (1998)

Lift (2003)

Discografia Mystic Healer[modifica | modifica wikitesto]

Mystic Healer (Frontiers Records - MTM Music 1998)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Drive She Said, su Open Directory Project, Netscape Communications.

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock