Digitopressione (medicina alternativa)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Digitopressione sul punto hegu LI 4 del meridiano dell'intestino crasso[1]

La digitopressione è un'antica tecnica di massaggio che si esegue tramite la pressione delle dita sui punti del corpo corrispondenti a ciascun organo (come avviene nell'agopuntura, di cui è considerata un "ramo minore").

Questa tecnica è stata sviluppata nel XX secolo da massaggiatori orientali, ed è oggi molto diffusa nelle famiglie giapponesi.

Questa tecnica, secondo i suoi sostenitori, porterebbe benefici sullo stato di benessere generale, e favorirebbe e stimolerebbe le difese dell'organismo. La digitopressione sarebbe secondo loro efficace anche per combattere l'affaticamento e l'intorpidimento conseguenti a lunghi viaggi. Sarebbe invece sconsigliata alle persone sofferenti di malattie infettive, dermatologiche o con sintomi febbrili, e durante la gravidanza.

A parte le dichiarazioni dei suoi sostenitori, non esistono prove scientifiche o cliniche della reale efficacia del metodo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Li 4 - Hegu, su gilbertogori.it.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Franz Wagner, Curarsi con la Digitopressione, trad. it. di E. Ornaghi, Tecniche Nuove, 2009

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Medicina