Deon Meyer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Deon Meyer

Deon Meyer (Paarl, 4 luglio 1958) è un giornalista, scrittore e sceneggiatore sudafricano.

Giornalista, autore di thriller che in breve tempo hanno conquistato un sempre più numeroso pubblico e sono stati tradotti in tutto il mondo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli studi e i primi lavori[modifica | modifica wikitesto]

Deon Meyer nasce il 4 luglio 1958 a Paarl, in Sudafrica, tra i sobri paesaggi delle winelands occidentali, ma cresce nel centro di Klerksdorp, nella regione ricca di miniere del nord-ovest. Dopo aver aderito da giovane al servizio militare, ha frequentato gli studi presso la Potchefstroom University, ha quindi ottenuto una laurea a pieni voti in Storia alla University of the Free State (UFS) e un master in Scrittura Creativa presso la US. È diventato in seguito giornalista per il giornale Die Volksblad di Bloemfontein. Prima di divenire uno scrittore a tempo pieno nel 2009, ha lavorato tra l'altro come copywriter di annunci e addetto alla stampa, e si è specializzato nella Internet strategy e cimentato nella brand consultancy.

La carriera[modifica | modifica wikitesto]

A quattordici anni scrive il suo primo libro che non viene mai pubblicato, merito forse della critica dei suoi due fratelli a cui l'aveva dato da leggere. Probabilmente per questo motivo la sua attività da scrittore ha risentito di un lungo intermezzo finché, intorno ai trent'anni, non ha ripreso in mano la penna e iniziato a pubblicare racconti brevi su alcune riviste. Nel 1994 arriva il suo primo romanzo in lingua afrikaas, tuttavia non tradotto perché ritenuto dalla critica inadatto a competere a livello internazionale. Meyer fruisce dell'esperienza, a dir suo, di grande apprendimento propinatagli dalla sua stesura, tanto che i suoi romanzi sono stati tradotti finora in ben 27 lingue. Numerose sono anche le sceneggiature da lui scritte, principalmente per lungometraggi basati su suoi racconti tra cui Jakhalsdans, Die Ballade van Robbie de Wee, Die Laaste Tango e anche per serie televisive quali Orion e Transito.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Deon Meyer vive vicino a Città del Capo. Ama il motociclismo e, in campo musicale, è un fanatico di Wolfgang Amadeus Mozart, nonché del rock 'n roll. È un grande lettore, stima bene anche la cucina. È inoltre tifoso della nazionale di rugby degli Springboks e della squadra provinciale degli Free State Cheetahs.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k Deon Meyer - Die Boeke, su deonmeyer.com. URL consultato il 04-04-2012 (archiviato dall'url originale il 17 aprile 2012).
  2. ^ a b c d e f g Catalogo SBN, su sbn.it. URL consultato il 04-04-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN85873780 · ISNI (EN0000 0001 1450 7994 · Europeana agent/base/115859 · LCCN (ENn96085176 · GND (DE12497158X · BNF (FRcb13775693x (data) · BNE (ESXX1761585 (data) · NDL (ENJA001113344 · WorldCat Identities (ENlccn-n96085176