Decio Cinti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Decio Cinti (Forlì, 1879Firenze, 1954) è stato uno scrittore e traduttore italiano che ha legato indissolubilmente il suo nome a quello di Filippo Tommaso Marinetti, di cui fu per molti anni segretario privato.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Già redattore della rivista Poesia fondata da Marinetti, quando quest'ultimo pubblicò il Manifesto del futurismo (1909) si ritrovò assegnato il ruolo di "segretario del Movimento Futurista" o addirittura "Eminenza grigia del Futurismo".

In realtà Cinti, soprannominato "Mezzo lutto" (o anche "spegnitoio di Marinetti") era per temperamento e attitudine assai diverso dal modello di letterato futurista proclamato nei manifesti. Il suo contributo al Futurismo consiste soprattutto nella traduzione italiana di svariati testi di Marinetti, in versi e prosa. Fino al 1912, infatti, Marinetti scriveva quasi esclusivamente in lingua francese.

Decio Cinti fu inoltre traduttore di celebri poeti francesi, come Baudelaire, Verlaine e Mallarmé.

Nel 1910, Cinti fu suo malgrado uno dei protagonisti del primo processo a Marinetti per oltraggio al pudore: la sua traduzione del romanzo Mafarka il futurista era infatti stata sequestrata con l'accusa di pornografia. Durante il processo gli avvocati della difesa fecero infatti notare che a rigore l'autore dell'opera sequestrata era Cinti, e non Marinetti. Quest'ultimo fu poi assolto e condannato qualche anno più tardi in appello; il romanzo fu ripubblicato nel 1920 con molti tagli. Di recente (2003) la traduzione di Cinti è stata ripubblicata integralmente negli Oscar Mondadori.

Decio Cinti fu anche autore di diverse opere lessicografiche: la più apprezzata, il Dizionario dei sinonimi e contrari (1940) è stato recentemente ripubblicato dall'Istituto geografico De Agostini. "È stato fin dalla prima edizione [...] uno dei più popolari, utili, usati, perché concepito e compilato per il servizio di chi vuol farsi capire" (dalla prefazione di Giampaolo Dossena).

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

Dizionari e repertori[modifica | modifica wikitesto]

  • Dizionario dei sinonimi e contrari (1940, 1995 - De Agostini)
  • Dizionario mitologico (Sonzogno)
  • Dizionario delle parole difficili (1940 - Sonzogno)
Controllo di autorità VIAF: (EN101597198