L-Aminoacidi-Aromatici Decarbossilasi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da DOPA decarbossilasi)
Jump to navigation Jump to search
aromatico-L-amino-acido decarbossilasi
Modello tridimensionale dell'enzima
diagramma barra multifunzione di dimero di DOPA-decarbossilasi da suino.
Numero EC4.1.1.28
ClasseLiasi
Nome sistematico
L-DOPA decarbossilasi
Altri nomi
DOPA decarbossilasi; triptofano decarbossilasi; decarbossilasi idrossitriptofano; aromatico decarbossilasi degli aminoacidi; decarbossilasi 5-idrossitriptofano; aromatico-L-amino-acido carbossi-liasi
Banche datiBRENDA, EXPASY, GTD, KEGG, PDB
Fonte: IUBMB

L-Aminoacidi-Aromatici Decarbossilasi (EC 4.1.1.28; Sinonimi: DOPA decarbossilasi, DDC, L-Dopa decarbossilasi, triptofano decarbossilasi, 5-idrossitriptofano-decarbossilasi, Decarbossilasi degli aminoacidi aromatici, AAAD, AADC) è un enzima liasi presente nel tessuto cerebrale.[1] È implicato in 2 vie metaboliche, e sintetizza due importanti neurotrasmettitori, la dopamina e la serotonina. Per fare questo, l'enzima DDC rimuove un gruppo carbossilico (Decarbossilazione).

Struttura del gene[modifica | modifica wikitesto]

Il gene DDC è composto da 15 esoni ed esiste come una singola copia nel genoma aploide. Le dimensioni degli esoni e introni variava da 20 a 400 Bp e 1,0-17,7 kBp, rispettivamente.[2] DDC si trova sul braccio corto del cromosoma 7 in posizione 12.2. Più precisamente, il gene è localizzato da 50.526.133bp a 50.633.153bp sul cromosoma 7.

Reazioni catalizzate[modifica | modifica wikitesto]

AADC catalizza varie reazioni di decarbossilazione:

L-DOPADopamina + CO2

Dopo l'idrossilazione della tirosina a L-diidrossifenilalanina (L-DOPA), catalizzata dalla tirosina idrossilasi, DDC decarbossila L-DOPA per formare la dopamina.

L-5-Hidroxi-TrpSerotonina + CO2

Nel sistema nervoso, triptofano idrossilasi produce OH-triptofano 5, che è decarbossilato dalla DDC, dando origine alla serotonina.

L-TrpTryptamin + CO2

L-HisHistamina + CO2

L-Phefeniletilamina + CO2

L'enzima utilizza piridossalfosfato come cofattore.

Altre funzioni[modifica | modifica wikitesto]

L-dopa associata ad un inibitore della dopa decarbossilasi è considerata la migliore opzione terapeutica per il trattamento sintomatico della malattia di Parkinson[3][4][5]. Alcune varianti del AADC sono associate con la dipendenza da nicotina.[2] Alcuni studi hanno rilevato che la variazione nel gene della dopa decarbossilasi è correlata alla longevità in Drosophila. Persone affette da deficit DDC risultano avere livelli più bassi di questo enzima, di conseguenza le cellule nervose producono meno dopamina e serotonina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]